Vittima” illustre dei test di omologazione WTLP è Audi A3 Sportback e-tron. La compatta esce dalla produzione della Casa dei quattro anelli per “cambiamenti procedurali”, che sarebbero da far risalire proprio alla nuova procedura.

Dopo quattro anni quindi saluta il primo modello plug-in hybrid di Audi, parente stretta di Golf GTE, capace di una potenza complessiva di 204 cavalli (1.4 TSI da 150 cv, il motore da 102 cv) abbinata a una coppia di 350 Nm, ma soprattutto di un’autonomia combinata di 890 km: 50 km solo con le batterie. Rimarrà senza eredi per circa un anno e mezzo: nel 2020 dovrebbe arrivare la nuova generazione di A3 e con essa la versione elettrificata capace di autonomia elettrica ancora superiore.

Questi sono i piani. Audi introdurrà nuovi motori solo sulle nuove serie di vetture o sugli aggiornamenti di prodotto. Farlo ora sulla serie già “matura” di A3 non sarebbe economico. Audi per il momento, non ha plug-in in gamma, ma è questione di tempo. Entro il 2020, infatti, il piano prevede venti modelli della famiglia e-tron: alcuni saranno solo elettrici, come il SUV appena presentato, altri plug-in.