L’anno che è appena cominciato ha già portato una brutta notizia per gli automobilisti italiani. Un’altra, direte voi, non bastava l’ecotassa… Ma tant’è. 

La nuova scoppola riguarda quasi 1,2 milioni di italiani. Tanti infatti sono gli automobilisti che, secondo un’interessante analisi effettuata da Facile.it, per aver denunciato alle assicurazioni un sinistro con colpa avvenuto nel 2018, assisteranno a un aumento della propria classe di merito e, di conseguenza, del costo della relativa RC auto. 

In percentuale l’ulteriore aggravio riguarda il 3,83% del campione analizzato (500.000 preventivi di rinnovo RC Auto raccolti tramite le pagine di Facile.it). Il sesso del guidatore influisce: fra gli uomini hanno denunciato sinistri con colpa il 3,55%, mentre tra le donne la percentuale è più alta, pari al 4,33%. 

La regione con il più alto numero di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa e che si vedrà aumentare la tariffa della propria RC auto, è In Liguria si è verificata la percentuale più alta di automobilisti (+5,09%). Alle sue spalle in questa classifica geografica ci sono il Lazio, dove il 4,95% degli automobilisti vedrà un aumento delle tariffe assicurative, le Marche (4,87%) e la Toscana (4,87%). I valori più bassi sono stati registrati in Molise (1,13%), Calabria (1,52%) e Basilicata (1,53%).

Nella sfortuna, tuttavia, c’è anche una buona notizia: il dato complessivo è in diminuzione di quasi il 10% rispetto all’anno precedente quando ad aver denunciato sinistri con colpa erano stati il 4,22% (ora soltanto il 3,83%) degli automobilisti alle prese con il rinnovo della polizza RC auto. Una magra consolazione.