Un filtroantiparticolato per i freni delle auto. E’ un po’ come l’uovo di Colombo, ma l’idea è giusta. Gli impianti frenanti, e anche i pneumatici, ma questa è un’altra questione, producono poveri sottili. Non è “colpa” solo dei motori, come noto da sempre, ma poco evidenziato negli ultimi anni.

Mann+Hummel, azienda tedesca con sede a Ludwigsburg, nel Baden-Württemberg ha realizzato il futuribile concept Brake Dust Particle Filter. Un rimedio per mitigare il risultato dello sfregamento delle pastiglie contro i dischi dei freni, che crea micropolvericomposte anche da particolato.

Il filtro, montato sul disco, dovrebbe assorbire fino all’80% del particolato quando si frena. E’ posto all’interno di una calotta posta sulla sommità del disco. Molto vicino alla pinza, potendo assorbire il particolato senza che i suoi fumi dispersi nell’ambiente.

Uno strumento semplice, composto da una piccola rete in metallo che fa da telaio a un materiale filtrante in grado di assorbire le polveri nocive e stoccarle in piccole pieghe simili a sacchetti. Il filtro ha una durata in linea con quella delle pastiglie dei freni e il peso è di 500 grammi. Mann+Hummel lo ha testato anche con la pioggia e la neve