Il nome può trarre in inganno. Non c’è infatti alcuna affinità tecnica con la 300 SL, a parte l’estetica. La base infatti è la W196 campionessa in F1.

Il motore, il più potente mai prodotto dalla Mercedes fino a quel momento, è un otto cilindri in linea con distribuzione desmodromica di 2982 centimetri cubici. Le quattro unità cilindriche sono separate da spazi formati da una lega di alluminio leggera e più resistente rispetto ai motori precedenti. Pesante circa 235 kg, riesce a erogare una potenza di 310 cavalli, e conferisce alla macchina una velocità di punta di 300 km/h.

Il telaio ultraleggero, inoltre, permette di ottenere un peso inferiore alla tonnellata.