Un concentrato di tecnica motoristica, al quale servirebbe un di più. Per riallacciarsi con una storia diventata iconica. Honda NSX Type R potrebbe debuttare nell’autunno di quest’anno, secondo quanto riporta Forbes. I rumours su un progetto ancor più prestazionale della supercar ibrida si susseguono da tempo, già nel 2018 si indicava un rinnovamento da model year 2020 accompagnato dalla proposta Type R.

Il Salone di Tokyo potrebbe essere l’appuntamento giusto per lanciare una NSX da 650 cavalli, tanti ne avrebbe una proposta Type R. Un incremento di potenza di circa 70 cavalli sul sistema ibrido quattro ruote motrici caratteristico della supercar.

ALLA RICERCA DI 70 CAVALLI

Quale via imboccare per incrementare la potenza, è ancora un mistero. Certo non per i tecnici. Il motore biturbo V6 da 3.5 litri opera a 1.05 bar di sovralimentazione, pertanto vi sarebbero i margini per spremere ancora un po’ il V6.

La prova di Honda NSX

Dalla componente elettrica, invece, i due motori anteriori sviluppano complessivamente 74 cavalli, fronte sul quale un incremento di potenza dovrebbe legarsi a una revisione anche del sistema energetico termico-elettrico.

LA VIA DELLA GT3 DA CORSA

Difficilmente rinuncerà, come indicano alcune fonti, al sistema ibrido, assolutamente caratteristico del modello e particolarmente complesso. Una via da NSX GT3 da corsa (in foto), che ricorre esclusivamente al motore termico e trazione posteriore? E' l'alternativa (improbabile) in una fase di elettrificazione.

Senna e quel punta-tacco sulla NSX

Non mancano i punti di intervento per sviluppare il sistema SH-AWD con trasmissione doppia frizione 9 marce e tre motori elettrici.

L’incremento delle prestazioni si accompagnerà a un design e aerodinamica più caratterizzati, elementi in fibra di carbonio e un assetto rivisto di conseguenza. Lanciare una NSX Type R sarebbe il modo migliore di celebrare i 30 anni dal debutto della sportiva nipponica.