Si informa che la Direzione Generale per la Motorizzazione del Dipartimento Trasporti e ACI hanno adottato la Firma Elettronica Avanzata Grafometrica (FEA) per la sottoscrizione dei  documenti digitali in ambito di pratiche auto, in vista dell'entrata in vigore del Documento Unico del veicolo previsto dal D.Lgs. n.98/2017”. È quanto si legge sul sito ufficiale ACI. In altre parole, arriva la firma elettronica digitale anche per quelle pratiche che riguardano la propria auto. Il servizio, tuttavia, non sarà obbligatorio ma facoltativo.

La svolta

La rinuncia, seppur in modo non esclusivo, ai documenti cartacei in favore di quelli informatici è stata possibile grazie a un tipo di tecnologia fondata su un sistema di Firma Elettronica Avanzata con funzione Grafometrica su Tablet, valida e efficace ad ogni effetto di legge.
Come funziona? All’atto della firma, il sistema registra non solo il tratto grafico ma anche altri aspetti specifici, quali velocità, accelerazione, pressione, inclinazione del modo in cui ognuno firma. Una volta acquisiti i dati, il dispositivo attua un processo di crittografia e li lega, definitivamente, al documento appena sottoscritto onde evitarne l’utilizzo su altri documenti.