Detto e fatto. Sul trasferimento da Torino (Parco Valentino) a Milano era già stato scritto molto, compresa la querelle politica e sulla’“inevitabile tradimento” che avevamo anche anticipato. ma ora il quadro è davvero più completo. La 6ª edizione di Parco Valentino si svolgerà dal 18 al 21 giugno 2020 e si chiamerà Milano Monza Open-Air Motor Show. Confermata anche la collaborazione con ACI, un legame forte - come evidenzia anche il coinvolgimento con l’autodromo di Monza - per dare all’evento quella dimensione di già ampio respiro, internazionale che la si candida a diventare punto di riferimento nel calendario automobilistico.

UNA SFIDA INTERNAZIONALE

Un motor show moderno che lancia la sfida ai grandi saloni tradizionali e allo stesso Festival of Speed di Goodwood con circuiti dinamici offerti alle case automobilistiche, passerelle per presentare anteprime e novità tra pubblico, giornalisti e addetti ai lavori. Perchè il combinato disposto tra il glamour offerto da Milano con la sua predilezione per la moda, si sposa alla perfezione con la …sfilata di presentazioni di anteprime nel triangolo della moda, appunto, e lungo i viali dell’Autodromo, l’emozione che mancava, il valore aggiunto del fascino di uno dei circuiti più famosi e amati della Formula 1, con la sua vecchia parabolica, senza dimenticare l’immancabile approfondimento delle nuove motorizzazioni, con test drive di elettriche e ibride plug-in in circuiti cittadini. 

LA PRESENTAZIONE

Il progetto di Milano Monza Open-Air Motor Show sarà presentato alla stampa e agli addetti ai lavori giovedì 19 settembre a Milano presso l’Auditorium HQ Pirelli, in una conferenza stampa alla quale prenderanno parte i maggiori partner della manifestazione: Angelo Sticchi Damiani, presidente ACI, Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia, Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, Dario Allevi, Sindaco di Monza, Andrea Levy, Presidente del Comitato organizzatore di Milano Monza Open-Air Motor Show, e Marco Tronchetti Provera, Executive Vice President e CEO Pirelli Group che, in qualità di padrone di casa, aprirà con i suoi saluti la presentazione. In tema di eventi, mercoledì 17 alle 20 a Milano ecco la President Parade con i rappresentanti delle case automobilistiche alla guida dell’auto più rappresentativa del proprio marchio, una suggestiva preview delle auto esposte negli stand. Un tappeto rosso segnerà il percorso tra via Dante e via Monte Napoleone, arrivando a lambire il Duomo. Il giorno successivo a Monza, sempre i presidenti delle Case si trasformeranno in piloti a bordo delle loro auto schierate in griglia, proprio sulla pista-tempio della velocità di ACI. 

L’ENTUSIASMO DI LEVY E STICCHI-DAMIANI

C’è entusiasmo e grandi aspettative nelle parole di Andrea Levy, Presidente della manifestazione: “Questa per noi è l’edizione 5+1, un cambiamento importante per un progetto nel quale portiamo l’esperienza maturata con Parco Valentino unita alla passione per tutto quello che è il mondo automobilistico. Puntiamo a offrire alle case automobilistiche un evento in Italia che sia di esempio in tutta Europa, che possa attirare pubblico e presentazioni di anteprime. Con la collaborazione di ACI riusciremo a farlo nell’Autodromo di Monza, creando calendari di attività in pista e allestendo un villaggio espositivo in cui protagoniste saranno le case automobilistiche. Con il Focus auto elettriche e ibride plug-in candidiamo Milano a “città modello” per quello che concerne le nuove motorizzazioni rivolte alla sostenibilità ambientale”.  Gli fa eco Angelo Sticchi Damiani, Presidente ACI: “L’auto sta vivendo una vera e propria rivoluzione. Rivoluzione totale. Rivoluzione del suo ruolo nel sistema-mobilità: rivoluzione nell’alimentazione, avviata, ormai, sulla strada dell’elettrificazione; rivoluzione in materia di sicurezza, con tecnologie che stanno elevando gli standard a livelli, fino a ieri, inimmaginabili; rivoluzione nel rapporto con l’uomo, il quale rimarrà alla guida, anche se non sarà più al volante. E’ evidente che questa rivoluzione totale impone anche di rivoluzionare il modo di presentare la nuova protagonista della mobilità. Una formula nuova, la più dinamica in uno spazio nuovo: il più dinamico, vivo, veloce ed emozionante tra gli spazi dedicati all’auto: il “Tempio della velocità” quel “Monza Eni Circuit” che tutto il mondo ci invidia: il circuito più veloce, più spettacolare e più amato da tifosi e appassionati di tutto il mondo. Il Milano Monza Open-Air Motor Show sarà tutto questo. E l’ACI è orgoglioso di esserne parte”. 

ESPOSIZIONE AL PARCO DI MONZA CON BIGLIETTI DA 20 EURO

Così, diventa sempre più chiaro il ruolo fondamentale di Monza nella struttura dell’evento che da semplice esposizione si evolve in spettacolo anche sportivo, una dimensione davvero rinnovata. Compreso il passaggio da manifestazione completamente gratuita a evento a pagamento: con un biglietto giornaliero da 20 euro (tra qualche giorno acquistabili sulla piattaforma Ticket One) infatti si potrà partecipare a questa sorta di grande raduno espositivo e interattivo. Ma l’organizzazione ha previsto anche dei pacchetti per i quattro giorni a partire da 35 euro. Anche perchè il Milano Monza Open-Air Motor Show sarà una festa che coinvolgerà tutta la Regione Lombardia, con il cuore pulsante nell’Autodromo di Monza, il circuito internazionale situato all’interno del Parco di Monza, all’interno del quale le case automobilistiche potranno esporre le proprie novità in stand modulari, uguali tra di loro nel layout, differenziabili nelle dimensioni e personalizzabili negli allestimenti interni.

I brand avranno inoltre la possibilità di far testare i propri modelli attraverso test drive sviluppabili in diversi percorsi: cittadino, tra i viali del Parco di Monza, country, sull’antica parabolica e sul circuito di Formula 1. Dal 18 al 21 giugno 2020 il tempio della velocità si trasformerà in un luna park per appassionati di motori che, con un biglietto d’ingresso di euro 20 acquistabile nei prossimi giorni sulla piattaforma Ticket-One, potranno visitare gli stand e scoprire i nuovi modelli delle case automobilistiche, di tutte le motorizzazioni e di ogni segmento di mercato. 

ANCHE OFF-ROAD E BARCHE

Il villaggio espositivo dei brand sarà arricchito dall’area off-road, in cui i visitatori potranno provare fuoristrada e 4x4 in circuiti creati appositamente, e dall’area espositiva Parabolica, palcoscenico di una prestigiosa mostra di auto storiche organizzata in collaborazione con Lopresto Collection, oltre a una sezione dedicata a motociclette, velivoli e imbarcazioni. Auto classiche di pregio, edizioni limitate, modelli unici provenienti da tutto il mondo saranno le star indiscusse dell’area, in una delle esposizioni di heritage automobilistico più importanti in Italia. E le imbarcazioni saranno grandi protagoniste di una sfilata unexpected nel circuito di Formula 1: insieme a potenti suv di alta gamma percorreranno la pista, sfilando tra le curve e nel celebre rettilineo che mai nessuna barca ha percorso. La Yacht parade si annuncia così tra le passerelle in pista più suggestive del ricco calendario eventi. 

RED CARPET PER LE SUPERCAR

Immancabile anche la presenza di supercar come Ferrari, Lamborghini, Porsche, Bugatti, Pagani, McLaren, Maserati, Aston Martin che avranno a loro disposizione un parcheggio accanto ai box della pista di Formula 1, e saranno inoltre protagoniste delle Red Carpet Parade, sfilate tra i viali dell’Autodromo che porteranno uno spettacolo dinamico sempre nuovo tra il pubblico di Milano- Monza Open Air Motor Show. Alle Red Carpet Parade parteciperanno anche le novità delle case automobilistiche e le auto dei club italiani e internazionali che daranno vita agli eventi dinamici della manifestazione. 

FOCUS ELETTRICO A MILANO

Le nuove tecnologie e motorizzazioni troveranno il loro approfondimento a Milano, il Focus Auto elettriche, ovvero la presentazione di tutti i modelli di attuale produzione di vetture elettriche e ibride plug-in a ingresso gratuito per il pubblico che potrà provare su strada tutti modelli esposti, city car del presente e del futuro. Un approfondimento a tutto tondo che vedrà anche un calendario di convegni e meeting su tutto quello che concerne le alimentazioni presenti e in arrivo, sulla micromobilità, sulle nuove tecnologie impiegate anche nella ricerca e sviluppo del motorsport. I visitatori avranno la possibilità di conoscere i differenti aspetti del mondo elettrico e ibrido plug- in, cominciando dalle informazioni base fino a giungere agli aspetti più quotidiani e di gestione del possesso e utilizzo di un’auto di quella tipologia. Collezionisti, club e prototipi saranno ospitati a City Life con un calendario fitto di esposizioni gratuite per il pubblico che potrà ammirare icone del design che hanno fatto la storia dell’industria automobilistica e anche progetti avveniristici creati dall’immaginazione e dalla matita dei più grandi car designer internazionali. Forse adesso qualcuno a Torino avrà più chiara l’occasione e le relative opportunità buttate al vento con l’opposizione di concetto all’automobile, di cui peraltro Torino vive da sempre. In bocca al lupo