Si scaldano i motori, anche se sono motori d’epoca. Nel weekend del 21 e 22 settembre 2019 a Modena il mondo delle auto retrò torna a splendere, come ogni anno, per la settima edizione di Modena Motor Gallery, organizzata da Vision Up Srl. Mostre, modelli esclusivi e tutto ciò che ruota attorno a questo mondo affascinante riempiranno Modena Fiere e quello che è definito “il salotto buono del motorismo d’epoca”.

Anche all’estero

Tra le mostre in programma, gli appassionati potranno ammirare “Futura”, “De Tomaso in Galleria” e un’esposizione di auto e moto con Aci Storico e il Circolo della Biella. Un evento che si colloca tra i più importanti del nostro paese per quanto riguarda il settore delle auto d’epoca, grazie all’elevata qualità dei modelli esposti e il prestigio delle mostre organizzate. Il nome di Modena Motor Gallery è noto anche all’estero, grazie alle presenze a Parigi, Essen, Salisburgo, Lucerna e Stoccarda dove, da tre anni, nell’ambito della mostra mercato “Retro Classics” Vision Up si occupa dello spazio “Passione Italiana”.

Universo Ferrari: a settembre il mito in mostra

I numeri annunciati

I numeri dello scorso anno sono positivi: 10.000 visitatori hanno invaso Modena Fiere nel 2018, tra l’entusiasmo degli organizzatori che oggi giocano d’anticipo sulle cifre della manifestazione. Annunciati 360 espositori, 900 modelli storici, club, registri storici e musei.

ARTIGIANATO DI QUALITà

Una delle peculiarità della Modena Motor Gallery è l’attenzione all’artigianato di settore: un’intera corsia di 500 metri ospiterà artigiani e restauratori, figli di quella terra di passione motoristica che è l’Emilia-Romagna. È qui che nascono i Musei Ferrari di Modena e Maranello, anch’essi rappresentati durante la kermesse, oltre alle collezioni private di Righini, Stanguellini e Panini.