Un interesse che si concretizza in una visione, in anteprima, sul progetto SCG007. Scuderia Cameron Glickenhaus e la sua Hypercar, che schiererà alla 24 Ore di Le Mans della Super-Stagione 2020-2021.

La nuova Classe di vertice del mondiale Endurance ha sposato la via di progetti evoluti da hypercar stradali, prototipi che potranno essere ibridi e non, con una componente elettrica sviluppata internamente o acquistata da un fornitore esterno. Aston Martin e Toyota sono due dei protagonisti che per primi hanno aderito alla Classe Hypercar, lo stesso ha fatto Cameron Glickenhaus.

CORSA E STRADA PERCORSI PARALLELI

E la SCG007 offre un’idea delle linee che avrà il prototipo da corsa. Verrà realizzato anche in una serie limitata omologata per circolare su strada e, accanto alle vetture schierate dal team ufficiale, la scuderia ha aperto alla possibilità di fornire anche team privati.

Leggi anche: Toyota GR Super Sport e Aston Valkyrie, Hypercars in pista

Delle specifiche tecniche si conosce ancora poco, tra cui la presenza di un motore V6 twin turbo da 3 litri. Un Balance of Performance equilibrerà progetti diversi per le caratteristiche del powertrain, sul quale è ammessa la libertà più ampia di frazionamento e cubature. Solo la componente elettrica, se presente, avrà limiti di potenza, peso e tipologia di installazione.

Le linee anticipate dal rendering sono di una hypercar con dettagli quasi vintage, specie sul frontale. Un primo passo dello sviluppo da mandare in pista tra due anni e con ancora molti aspetti da evolvere.