Non solo diesel, in casa Citroen C4 SpaceTourer. Il BlueHdi è efficiente e assicura consumi bassissimi, perché non gettare nella mischia anche la carta del PureTech benzina, che in materia efficienza e basse richieste di carburante sa farsi valere?

Tanto più in un quadro del mercato in Italia che registra il calo delle immatricolazioni delle vetture diesel (-25% tra gennaio e agosto) e il corrispondente incremento delle preferenze sul benzina (+27%).

BUONA COPPIA IN BASSO

Amplia l’offerta di motorizzazioni Citroen, benzina e diesel accomunate dal livello di potenza 130 cavalli, in entrambi i casi l’applicazione più prestazione disponibile. PureTech che si è confermato sul podio del premio Motore dell’anno 2019 nella categoria con potenze inferiori i 150 cavalli, unità dotata di filtro del particolato e in grado di sviluppare 230 Nm di coppia motrice. Un dato espresso già a 1.750 giri/min, 70 Nm inferiore rispetto al diesel BlueHdi 1.5 litri.

Leggi anche: Il V8 Ferrari è Motore dell'anno 2019

Di serie, il PureTech 130 cavalli con start&stop è offerto su C4 SpaceTourer con il cambio automatico 8 marce sviluppato da Aisin, dove il BlueHdi offre l’alternativa del manuale 6 marce.

Gli allestimenti a listino, tanto per C4 SpaceTourer che per la proposta Grand C4 SpaceTourer 7 posti, sono il Live e il Feel, rispettivamente livello d’accesso e intermedio nell’offerta del monovolume Citroen.