Baby Urus” così è stata fotografata Audi RS Q3 Sportback dagli uomini di Audi Sport quando ce l’hanno presentata assieme a RS Q3.

 

Una coppia di ruote alte al peperoncino: compatte ma cattivissime. Specialmente la RS Q3 Sportback, che arriva a poche settimane dalla presentazione della versione standard.

Una coppia decisamente indovinata, sotto l’egida del potente cinque cilindri. Un motore  delle indimenticabili vittorie nei rally degli anni Ottanta. Un simbolo per Audi ed elemento distintivo anche per il sound speciale di cui è capace.

Cuore a 5 clindri

Il cinque cilindri 2.5 litri TFSI eroga 400 cavalli e 480 Nm di coppia. Abbinato alla trazione integrale permanente quattro e al cambio automatico S tronic un doppia frizione a sette marce. Su entrambe i modelli consente una accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. E di arrivare fino a 280 chilometri orari di velocità massima. Una punta eccellente per un modello compatto.

Il 2.5 litri TFSI oltre a fornire una carica eccezionale è stato ottimizzato in tutti i suoi elementi e pesa 26 kg in meno rispetto alla generazione precedente. Le due evtture pesano 1700 e 1.715 kg (RS Q3).

Audi RS Q3 Sportback e RS Q3 sono decisamente una coppia speciale con una connotazione estetica che le personalizza. Due le livree dedicate speciali, verde Kyalami e grigio Nardò.

Cucciolo di Toro

L’esordiente bella famiglia RS, la Sportback è quella dal design più accattivante. Sposa la formula del SUV sportivo, indovinando proporzioni e muscolatura. Come Audi Q8 e più in alto Porsche Cayenne Coupé e proprio Lamborghini Urus. In scala ridotta, ma con grande efficacia.

Più bassa e più larga. Ben 45 millimetri in meno di altezza e carreggiate più generose di 10 millimetri sono due discriminanti importanti. Non che RS Q3 sia dimessa, anzi, ma la sua sorellina a tetto più basso esibisce un impatto notevole. Anche nell’alettone, presente su entrambe, ma più vistoso su Sportback, mentre per entrambe sono disponibili cerchi fino a 21 pollici.

Il bagagliaio più capiente (530 litri contro 430) e la seconda fili di sedili scorrevole fino a 15 centimetri sono uno dei vantaggi di RS Q3. Per entrambe invece presenti la classica griglia a nido d’ape di Audi Sport e scarichi dedicati.

Abitacolo, plancia e strumentazione sono customizzati secondo l'estetica RS, con l’aggiunta del tasto RS Mode sulla razza destra del volante per richiamare due programmi con parametri personalizzati.