Le simulazioni sono all'ordine del giorno sui campi di calcio, non sulle strade delle città italiane. Invece, a Verona, c'è un'eccezione che conferma la regola: un pedone di 24 anni di origini marocchine ha provato a truffare un signore alla guida della sua Fiat Panda fingendo di essere investito. Il tizio si è anche fatto portare all'ospedale, ma fortunatamente è stato smascherato dalle telecamere che controllavano il traffico, che hanno evidenziato come il ragazzo non sia mai stato urtato dall'auto e che abbia inscenato tutto quanto.

Tutto questo è successo in via Torbido. Prima che le telecamere svelassero la simulazione del 24enne, si credeva che questi fosse stato urtato da una Fiat Panda proveniente da Porta Vescovo: l'auto passa e il ragazzo si ritrova a terra dolorante. Un'autentica simulazione. Sì, perché agli occhi delle telecamere non si può sfuggire e la Polizia è stata aiutata proprio dagli occhi elettronici, che hanno permesso di "beccare" il truffatore. Nel video si vede come la macchina passi senza urtare nessuno e, all'improvviso, il pedone sbatte le mani sul finestrino dell'auto e si ritrova sdraiato per terra. Inoltre, non è la prima volta che questo simulatore prova a truffare altra gente. Circa tre mesi fa, infatti, in via Stazione, il 24enne era stato protagonista di un episodio simile. Stessa zona, stessa scena. Per fortuna che c'è la tecnologia.