Il conto alla rovescia è agli sgoccioli: meno 14 giorni e, il 24 ottobre, sarà nuova Volkswagen Golf. Una generazione radicalmente diversa se il metro di valutazione è quello dei contenuti. Lo stile è, come tradizione, all’insegna di un’evoluzione chiara ma non tale da stravolgere la Golf per come la conosciamo.

Il dettaglio di maggior rilievo stilistico sarà nell’impostazione del frontale, con un’inedita striscia led che corre al di sotto del bordo del cofano motore. Fari full led, non mancherà un’opzione di tipo a matrice, con tutto il corredo di assistenza tecnologica già prodotto da Volkswagen con le funzioni IQ. Light.

Ecco, sulla tecnologia, i servizi connessi, l’infotainment, l’ottimizzazione dei motori termici e lo sviluppo ibrido, Volkswagen Golf 8 è sì di rottura con il passato.

MILD-HYBRID IN DUE "SALSE"

Il lancio sul mercato è programmato già a fine dicembre, la scopriremo con motori turbo benzina e Diesel, elettrificati con due soluzioni mild-hybrid, a 12 e 48 volt, differenze che si tramutano nella quantità di recupero energetico attuabile e, di conseguenza, sul risparmio applicabile in termini di consumi.

Un mild-hybrid non solo assistenza al motore termico, sotto forma di una spinta cinetica dello starter-generatore a cinghia, soprattutto però elemento in grado di estendere il coasting a motore spento.

L’architettura MQB evolve la struttura nota su Golf 7, la nuova generazione della berlina compatta avrà soprattutto una larghezza maggiore, mentre si attende un lieve incremento della misura del passo.

INTERNI, LUCE SULLA STRUMENTAZIONE

I rendering ufficiali diffusi da Volkswagen svelano dettagli nuovi soprattutto all’interno, dove Golf 8 renderà palese la rivoluzione all’insegna dell’hi-tech e del minimalismo nei comandi fisici.

Non è nuova l’anticipazione di un pannello della strumentazione e dell’infotainment unico, sagomato e composto da schermi tuttavia distinti. Dai teaser dei mesi scorsi restava l’incognita su quali funzioni celassero alla sinistra del volante. Un terzo schermo? In realtà, saranno comandi touch, legati al commutatore dei fari (rimpiazzato da tale schema), l’attivazione dei fendinebbia, del sistema antiappannamento su parabrezza e lunotto.

Touch saranno anche alcuni controlli sulle razze del volante, multifunzione ovviamente.

PLANCIA, 6 TASTI FISICI APPENA

I tasti fisici in plancia saranno davvero ridotti all’osso: se ne contano 6, accentrati sotto l’infotainment – a sua volta con regolazione a sfioramento dell’intensità dei flussi e della temperatura del climatizzatore – tra le bocchette centrali, integrate in un profilo cromato a tutta larghezza.

Tasti fisici che, quattro frecce d’emergenza a parte, saranno nel pulsante di selezione delle modalità di guida, nelle funzioni di assistenza al parcheggio, nella gestione del clima e in un pulsante Assist prevedibilmente collegato alla gestione immediata degli ADAS, che porteranno Golf 8 a un completo Livello 2 di assistenza.