Nurburgring, per svelare nuovi particolari. Al momento relegati al settore del design, anticipazioni stilistiche di come sarà la futura generazione di Hyundai Tucson, attesa al debutto su strada nel 2021.

Produrrà un cambio di stilemi marcato rispetto al modello odierno, va nella direzione di una linea decisamente dinamica, merito di una cornice dei finestrini a restringersi davanti al montante C. I canoni sono quelli del suv-coupé, andamento del tetto e versatilità saranno da "classico" sport utility. 

DESIGN DI ROTTURA

Spigoli e nervature che si rincorrono, lungo la fiancata, alla base delle portiere, a evidenziare i passaruota, anteriori in particolare.

Leggi anche: La prova di Hyundai Tucson restyling

Nel segmento dei suv compatti, nuova Hyundai Tucson anticipa carte buone per distinguersi dalle avversarie. E il frontale, con una calandra molto elaborata e ampia, gioca un ruolo centrale. L’impianto dei fari sarà ancora con proiettori sdoppiati, più sottili quelli appena al di sotto del taglio del cofano motore, inseriti nelle feritoie sul paraurti gli elementi supplementari. Quanto alla griglia, è composta da un motivo a triangoli che amplifica il senso 3D della fascia anteriore.

Il muletto avvistato al Nurburgring era dotato di sedili sportivi Recaro, una sportività che sarà propria di Hyundai N anche su Tucson.

Leggi anche: Hyundai Tucson N Line si sdoppia con il mild hybrid diesel

Restano ancora del tutto provvisori i fari posteriori, attesi a sviluppo orizzontale. Si inseriranno in un volume molto scavato, tra lunotto e portellone, quest'ultimo dai tagli regolari e una soglia di carico sufficientemente bassa sul paraurti per agevolare le operazioni.