L’Arma dei Carabinieri arruola 10 Suzuki Jimny. La piccola fuoristrada di Hamamatsu entra in servizio come nuovo mezzo a disposizione delle unità forestali dell’Arma e sarà utilizzata con compiti specifici, dedicati al monitoraggio ambientale.

Infatti, dal 2017, l’Arma ha assunto il compito di tutelare i Parchi Nazionali. Su tutto il territorio italiano ce ne sono 25 e la 4X4 giapponese è stata scelta, dopo un bando pubblico, per via delle sue caratteristiche tecniche.

Infaticabile arrampicatrice

L’auto è una delle poche fuoristrada compatte, al momento, in commercio. È spinta dal 1.5 benzina da 103 cv, abbinato alla trazione integrale 4WD AllGrip PRO, che permette l’utilizzo anche delle marce ridotte. Inoltre, il telaio a traliccio, gli sbalzi ridotti, l’elevata altezza da terra e angoli d’attacco, di uscita e di dosso rispettivamente di 37, 49 e 28 gradi, completano il quadro delle peculiarità della vettura, che le permettono di rispondere alle necessità dei militari. In poche parole: agilità e capacità di motricità in condizioni di poco spazio e scarsa aderenza. Come un sentiero poco battuto di un bosco, o un tratturo di montagna, appunto.

Allestimento dedicato

La divisa addosso al Jimny è stata cucita dall’allestitore Focaccia Group, che si è occupato di preparare la vettura secondo le indicazioni fornite dall'Arma, provvedendo l’installazione dei lampeggianti blu a LED, sirene bitonali e un faro di ricerca a luce bianca. Nell’abitacolo sono stati installati, oltre la radio, anche dei supporti per agganciare le armi di ordinanza e tutte le vetture sono dotate di estintore e set di catene da neve.

Jimny e Ignis nuove reclute

"Suzuki è fiera di questa commessa - ha commentato Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia - L'accordo, da una parte, testimonia l'integrazione del marchio Suzuki nel tessuto sociale italiano e, dall'altra, dà modo a Jimny di mettere al servizio delle Forze dell'Ordine e dello Stato le sue doti di agilità e di robustezza. Siamo certi che la nostra auto sarà all'altezza dei compiti cui sarà chiamata e che dimostrerà la sua attitudine a un impiego 'heavy duty'".

Altre 10 Jimny raggiungeranno le "sorelle" entro la primavera. A queste, in seguito, si aggiungerà una flotta di 55 Ignis, queste ultime dedicate al lavoro di pattuglia principalmente su strada.