Emozioni, passione, raffinatezza. Una macchina che vuole essere la sintesi di tutto questo e, con le sue linee, permette a chi la guida e chi la guarda di fare un salto nel passato. A Maranello hanno pensato di riproporre il fascino degli anni ’50 e ’60, quelli della Dolce Vita raccontata dal film di Fellini, con un’auto: una dedica alla città centro del Mondo e a quello che ha rappresentato in quegli anni.

La Ferrari Roma vuole portare nelle sue linee tutto questo, il modo di vivere spensierato, incentrato sul culto della bellezza e riattuarlo in chiave moderna.

Gli esterni

Per riportare in vita quegli anni, i progettisti hanno richiamato sul foglio da disegno due delle Ferrari più iconiche di sempre, la 250 GT Berlinetta e la 250 GT 2+2, perché non c’è niente di meglio di una Gran Turismo a motore anteriore centrale e trazione posteriore per godersi la vita. 

Il Centro Stile Ferrari ha ripreso quelle linee e le ha attualizzate. Le forme pulite e le proporzioni armoniche sono sono slanciate ed esaltate dalla silhouette, racchiusa dal lungo cofano e dall’abitacolo raccolto e sbilanciato sull’asse posteriore.

Ferrari 250 GTO, la Rossa più famosa di tutte: FOTO

Gli interni

È stato inoltre sviluppato un nuovo approccio formale agli interni, che passa per la creazione di due cellule dedicate a driver e passeggero, trasposizione all’intero abitacolo del concetto Dual Cockpit già applicato alla sola plancia. La definizione degli interni ha preso le mosse da una completa riprogettazione dell’HMI, che compie un balzo in avanti partendo dal nuovo volante di gamma progettato secondo la filosofia “Occhi sulla strada, mani sul volante”: tutti i controlli principali dell’auto vengono azionati tramite comandi touch, in modo che il guidatore non debba mai togliere le mani dal volante.

Il quadro strumenti digitale da 16” fornisce al guidatore tutte le informazioni necessarie, mentre il display centrale con schermo verticale da 8,4” e il nuovo passenger display garantiscono grande intuitività e facilità di utilizzo sia per il passeggero sia per il guidatore. Queste concessioni allo stile, però, non tradiscono il DNA Ferrari, fatto di tecnologia da F1 tradotta in strada.

Ferrari, La Nuova Dolce Vita presentata a Roma

Dinamica e reattiva

Infatti Il telaio della Ferrari Roma sfrutta la tecnologia modulare messa a punto dalla Ferrari per i modelli di ultima generazione. Scocca e telaio sono stati riprogettati applicando le più recenti metodologie di alleggerimento e le più avanzate tecnologie produttive: la percentuale di componenti totalmente nuova ha raggiunto il 70%. La Ferrari Roma è la vettura a motore anteriore-centrale 2+ con il miglior rapporto peso/potenza del segmento (2,37 kg/cv), aspetto che contribuisce a rendere l’auto estremamente facile da guidare, dinamica e reattiva.

Come da tradizione, i disegnatori lavorano di concerto con gli aerodinamici e tutto è stato pensato e progettato per essere bello e funzionale. L’esempio è l’adozione dell’ala mobile posteriore integrata nel lunotto che mira a conservare l’eleganza delle linee quando è chiusa e garantisce, quando si apre ad alte velocità, il livello di carico aerodinamico indispensabile per una vettura ad alte prestazioni.

Ferrari Roma, GT da Dolce Vita

Il motore della Ferrari Roma

E non si può parlare di prestazioni senza riservare un capitolo a parte al motore, il poderoso V8 bi-turbo che fa parte della famiglia di propulsori da anni al vertice della categoria.

Il motore, il più potente della categoria, sviluppa  620 cv a 7.500 giri/min, è dotato di sistema Variable Boost Management che garantisce una risposta immediata ai comandi dell’acceleratore. Particolare attenzione è stata dedicata al sound della linea di scarico, che a seguito dell’adozione del sistema Gasoline Particulate Filter è stata completamente riprogettata con l’eliminazione dei silenziatori e l’adozione di nuove valvole di bypass.

Inoltre, il motore è abbinato al nuovo cambio a doppia frizione e 8 rapporti, ottimizzato negli ingombri e più leggero di 6 kg rispetto alla precedente trasmissione a 7 marce, consente di ridurre i consumi e di esaltare il piacere di guida in contesto urbano e nelle manovre di Stop&Go, nonché di rendere la cambiata più dinamica ed emozionante durante la guida sportiva.

Tanta potenza, tenuta a bada da un’elettronica all’avanguardia. Tra i sistemi di dinamica veicolo, completamente rinnovati sulla Ferrari Roma, spicca l’adozione del Side Slip Control 6.0 (novità assoluta su questo tipo di vettura) con manettino a 5 posizioni e Ferrari Dynamic Enhancer, il dispositivo che controlla l’angolo d’imbardata attraverso l’attuazione di una pressione idraulica al sistema frenante.

Ferrari SF90 Stradale, 0-100 km/h con pochi rivali

Prezzo e consegne

Stile e tecnologia, in simbiosi. Un connubio tra eleganza e funzionalità in pieno Maranello style. Dopo l'overdose di di cavalli, con vetture affamate di pista e velocità, la Ferrari Roma completa la gamma con quello che mancava, una Gran Turismo che richiama un po' la filosofia della 456 GT, una vettura capace di appagare i sensi e godersi la vita in maniera spensierata, come durate la Dolce Vita. Il prezzo si aggira poco sopra i 200mila euro, con le consegne prima dell'estate 2020.