Oltre un miliardo e mezzo di dollari investiti in un area ad alto potenziale, nel sud est asiatico, per Hyundai. È la portata del protocollo d’intesa siglato dal gruppo automobilistico con il governo Indonesiano, per realizzare un impianto produttivo alla periferia di Jakarta, nello specifico a Kota Deltamas, da rendere operativo nella seconda metà del 2021.

Localizza la produzione in Indonesia per i veicoli destinati all’area del sud est asiatico, un impianto dal quale usciranno suv compatti, MPV e berline, con la possibilità che i piani includano anche un modello elettrico, sempre rivolto al mercato locale e l’area SEA. Indonesia il cui mercato vale, in termini di volumi di vendita, 1,15 milioni di veicoli dai dati relativi al 2018.

Produzione legata agli ordini

Con l’impianto di Kota Deltamas si attiverà un giro d’affari superiore ai 20 miliardi di dollari, dalle prospettive delineate e 23 mila posti di lavoro, tra impiego diretto in fabbrica e indiretto. Quanto all’investimento di 1,55 miliardi di dollari, è comprensivo dello sviluppo dei modelli e verrà spalmato su un lasso di tempo che guarda al 2030.

Leggi anche: Hyundai ed Enel X, la soluzione Juice Box per l'elettrica

La capacità produttiva sarà di circa 150 mila veicoli l’anno, con una piena operatività e riempimento della linea a 250 mila unità l’anno. L’impianto sarà dotato del reparto stampaggio dei lamierati, il reparto saldatura, verniciatura e la linea d’assemblaggio.

FCA-PSA, si continua a lavorare all'accordo

Nel modello di business che Hyundai prospetta per le attività in Indonesia è prevista anche un’ottimizzazione dei costi relativi alle scorte presso l’impianto, per evolversi nella direzione di una produzione sulla base degli ordinativi effettivamente raccolti. Sul versante delle operazioni commerciali, invece, è previsto lo sviluppo di una rete di 100 nuovi punti Hyundai sul territorio.