Un po’ più corta, decisamente più alta. Super-tecnologica. Gli indizi su nuova Mercedes GLA arrivano direttamente da Stoccarda e preparano un debutto fissato il prossimo 11 dicembre. Della seconda generazione del crossover compatto, più che nell’elencare le differenze con la GLA che l’ha preceduta - tanto saranno (ovviamente) marcate - vale dire in cosa si differenzierà da Classe A 5 porte.

È cambiato lo scenario, Mercedes ha popolato di varianti di carrozzeria la fascia del premium compatto, introducendo un inedito GLB che appare suv vero e tutto spazio. GLA giocherà un ruolo diverso, anzitutto per dimensioni. Sarà lunga 4,40 metri, millimetro più millimetro meno, sarà soprattutto 10 centimetri più alta che in passato, arrivando a 162 centimetri. Gli sbalzi ridotti porteranno a ingombri marginalmente inferiori rispetto a Classe, a vantaggio indiretto anche degli angoli di attacco e uscita, sebbene non sia il fuoristrada duro e puro l'ambito di manovra di una GLA.

Prima, sostanziale, differenza, spingersi molto più in alto per cambiare prospettiva dal posto guida, anzitutto. Spingersi in alto per guadagnare centimetri utili a un impiego un po’ più ampio quanto a tracce percorribili su sterrato, dove potrà contare anche sulla trazione 4Matic.

Volto diverso, fari specifici

Il teaser ufficiale col quale Mercedes annuncia nuova GLA evidenzia anche altri elementi, di chiaro cambiamento se confrontati con Classe A. I fari avranno linee dedicate, in parte un po’ simili a CLA per un leggero gradino in basso, molto meno triangolari a vantaggio di linee più arrotondate nella parte alta.

Dai muletti si è già avuta la conferma di una linea di cintura del tutto diversa in corrispondenza del montante C, il taglio delle portiere sarà anch’esso modificato rispetto alla hatchback.