Possibile rivoluzione in vista per l'assicurazione RC Auto. Grazie all'approvazione di un emendamento contenuto nel Decreto Fiscale, da gennaio 2020, entrerà in vigore la cosiddetta Assicurazione Familiare. Il provvedimento contiene una novità significativa rispetto alla normativa attuale in quanto consentirà l'estensione assicurativa alla classe di merito più bassa presente tra i veicoli di proprietà dei componenti di uno stesso nucleo familiare che risultano dal certificato  dello stato di famiglia.

RC Auto in calo, premio medio di 405 euro

L'Assicurazione Familiare rappresenta, di fatto, un'estensione del decreto Bersani ma con ulteriori cambiamenti significativi ovvero l'applicazione anche sulle polizze già attive e l'equiparazione, nel beneficio, di auto, moto e scooter. Ecco un possibile esempio di applicazione. In una famiglia, il padre possiede un'automobile di proprietà assicurata in prima classe di merito e il figlio un'altra in 14esima. Con l'entrata in vigore dell'assicurazione familiare, al rinnovo della polizza, anche il figlio potrà usufruire della prima classe con un notevole risparmio nel pagamento del premio. Lo stesso vantaggio si applica anche con il possesso familiare di auto e moto/scooter. In questo caso, il mezzo assicurato nella classe più alta usufruirà dello sconto con la stessa o una diversa compagnia assicurativa, dovuto al conseguente miglioramento della classe di merito. Condizione necessaria per accedere ai vantaggi dell'assicurazione familiare è l'assenza, nel proprio attestato di rischio, di sinistri con responsabilità esclusiva, principale o paritaria

Assicurazione auto, dopo un incidente rincari fino al 98%

Facile.it, il portale che confronta preventivi, offerte e promozioni sulle assicurazioni auto e moto, in uno studio realizzato sui possibili effetti della nuova normativa, ha stimato risparmi del 50% circa sui premi assicurativi pagati per nucleo familiare, prendendo come riferimento le città di Milano, Firenze e Bologna.