Avrebbe dovuto svelarsi in Australia, ultimo round del mondiale rally. Ma la cancellazione dell’evento a causa dei roghi che hanno interessato la regione del Nuovo Galles del Sud, ha rinviato l’apparizione di Toyota Yaris GR.

Il debutto non è distante e l’ultima clip diffusa da Toyota Gazoo Racing mostra un po’ di dettagli extra su un progetto che ha assolutamente il dna del rally. E, dovesse proporlo fedelmente su un progetto stradale di serie, varrebbe un’unicità tecnica apprezzabilissima.

Difatti, una sportiva hatchback nel segmento B con la trazione integrale non è esattamente la regola, sebbene non siano mancati esempi altamente performanti, come la proposta Audi A1 Quattro.

Così si annuncia Yaris GR nell’ultimo test del percorso di sviluppo. Cerchi e gomme da sterrato, manca l’aerodinamica da WRC Plus, ovviamente. Resta quell’interrogativo: versione da corsa (una probabile R5) che porterà a una Yaris GR stradale un po’ diversa o fedele anteprima della sportività al vertice?

E, ancora, quattro ruote motrici “classiche” o con una componente elettrica per l’asse posteriore?

Sulla motorizzazione, i rumours più accreditati vorrebbero un motore benzina 1.5 litri tre cilindri, come l’unità adottata da Yaris Hybrid (sul numero di Auto in edicola, tutte le novità dell'ultima generazione) e la variante esclusivamente con unità termica. La differenza: un bel turbocompressore a incrementare la cavalleria.

Particolari inediti rivelati dall’ultimo teaser, il marcato ampliamento delle carreggiate anteriori e posteriori e una fascia paraurti anteriore del tutto diversa, con ampie aperture per alimentare l'intercooler e gli organi di raffreddamento di un propulsore dalla cavalleria importante.

Gennaio, con il Tokyo Auto Salon, potrebbe essere l'appuntamento giusto per accogliere Yaris GR.