Tempo di test in casa Subaru. L’ibrida Forester e-BOXER (qui la nostra prova su strada) ha ottenuto cinque stelle, il punteggio massimo, nel test delle prestazioni di sicurezza del Programma europeo di valutazione delle nuove auto del 2019 (Euro NCAP). I risultati europei si aggiungono a quelli ottenuti in Giappone, dove la quinta generazione della Forester ha vinto il Grand Prix Award.

Le aree di valutazione

Quattro le aree di valutazione del test: Occupanti adulti, Occupanti bambini, Utenti vulnerabili della strada, Safety Assist. Dai test sono emersi risultati decisamente al di sopra della soglia media. Particolare degno di nota, il punteggio più alto di sempre nella sua categoria ottenuto nel test di sicurezza dei bambini. “In entrambi i test di barriera frontale e laterale, la protezione di tutte le aree critiche del corpo è stata positiva per entrambi i manichini e la Forester ha ottenuto il punteggio massimo in questa parte della valutazione” si legge nel rapporto ufficiale sui crash test di Euro NCAP. “L'airbag del passeggero anteriore viene automaticamente disattivato quando un sistema di ritenuta per bambini rivolto all'indietro viene messo in quella posizione di seduta. Le prove hanno dimostrato che il sistema ha funzionato in modo solido e per questo è stato premiato. Tutti i tipi di ritenuta per i quali è progettata la Forester potrebbero essere correttamente installati e sistemati nell'auto”. Risultato migliore di sempre anche nei test relativi alla sicurezza degli occupanti adulti.

I motivi del successo

A punteggi così alti corrispondono tecnologie adeguate a tali livelli. In primis, si parla della Global Platform (SGP) che permette uno sviluppo della rigidità del telaio del 70% e un miglioramento del 40%, rispetto ai modelli attuali, dell'assorbimento di energia dell'impatto. Si aggiungono i sette airbag (compreso quello SRS per le ginocchia) che aumentano le prestazioni di sicurezza di Subaru Forester e-BOXER. L’auto ha, di serie, anche il sistema di assistenza alla guida EyeSight e molte funzioni come il Real Vehicle Detection (SRVD), il Reverse Autonomous Emergency Braking, il Side View Monitor e il Driver Monitoring System. Quest’ultimo è una nuova tecnologia di riconoscimento facciale che avvisa il guidatore nei momenti di stanchezza o distrazione.