Cosa bolle in pentola per MINI? L’evoluzione della gamma andrà in più direzioni, dalla rivisitazione dei concetti alla base della Cooper 3 porte a interventi necessari sul design della 5 porte, passando per il nodo cruciale dell’offerta suv.

Su quest’ultimo fronte, la convivenza di due modelli molto simili per dimensioni, diversi per lettura stilistica e di carrozzeria, è destinata a cambiare, guidata da esigenze di incremento delle vendite sul mercato, specie negli USA.

MINI Clubman potrebbe proporsi non più come station wagon "alternativa" – un po’ meno con l’ultima generazione di quanto non lo fossero le Clubman che l’hanno precedua – bensì sport utility.

Leggi anche: Il test di MINI Clubman, kart feeling alla prova

Una materia già interpretata da Countryman, identico passo e 5 centimetri appena (4,30 metri) più lunga di Clubman. Servirà differenziare i due prodotti, spostando su dimensioni superiori, da vero suv di segmento C, Clubman o Countryman. Così verrebbero presidiati i segmenti cruciali del suv urbano e del suv compatto. 

MINI da riportare allo stato mini 

Sui modelli MINI più grandi si andrà verso una proposta di design piuttosto diversa all’interno rispetto a quanto accade oggi, all'insegna di una stretta continuità con la hatchback.

In direzione opposta all’incremento delle dimensioni che verrà esplorato con Clubman o Countryman si muoverà la futura 3 porte.

Leggi anche: MINI JCW GP, esclusiva per pochi

Oliver Heilmer, responsabile del design del marchio, ha confermato ad Autocar l’intenzione di sviluppare la futura generazione di MINI 3 porte riducendo gli ingombri esterni senza intaccare la disponibilità di spazio a bordo. Riportare la percezione visiva di un design ultracompatto, ancor più dei 3,87 metri odierni.

La chiave per ottenere il risultato potrà risiedere nello sviluppo delle strutture di assorbimento in caso di incidente, il cui dimensionamento detta gli ingombri soprattutto dello sbalzo anteriore.

Centimetri importanti potrebbero essere risparmiati con l'impiego di una nuova schiuma espansa, da applicare dietro il paraurti, prima della traversa della scocca.

5 porte, serve un cambio di registro

Sarà una MINI diversa anche in elementi del design come i fari posteriori, non ritenuti un elemento iconico dello stile da preservare.

Un design da migliorare è il tema centrale relativamente a MINI 5 porte, per stessa ammissione di Heilmer. La versatilità superiore che offre il modello dal passo 7 centimetri più ampio è innegabile come perda molto dell’appeal stilistico nel confronto con MINI 3 porte in tutta l'area del tre quarti posteriore e l'integrazione delle portiere aggiuntive.