Nel 2019, gli italiani si sono impegnati concretamente per ridurre l'uso dell'automobile e contenere così l'impatto ambientale causato dalla mobilità tradizionale. E' quanto emerge da un sondaggio realizzato da mUp Research e Norstat per Facile.it su un campione rappresentativo della popolazione, stando al quale, ben il 74% degli intervistati ha ridotto l'uso dell'auto in favore di soluzioni di mobilità alternative e più ecosostenibili.

Roma, Diesel Euro 3: attivo divieto circolazione in anello ferroviario

Le alternative all'utilizzo dell'automobile

Il 46% dei partecipanti al sondaggio ha ridotto l'uso dell'auto optando per i mezzi pubblici o muovendosi a piedi, una soluzione adottata soprattutto da coloro con più di 65 anni, fascia anagrafica nella quale la percentuale di coloro che hanno utilizzato di meno l'auto, nel corso dell'anno che si sta per concludere, supera il 52%.

Circa il 25% degli intervistati ha dichiarato di aver scelto la bicicletta come mezzo di trasporto alternativo nel 2019, mentre il 5,8% è ricorso al monopattino sia elettrico che tradizionale. Di poco superiore, al 7%, si attesta la percentuale di coloro che si sono affidati al car sharing o ad altre tipologie di mobilità condivisa.

Monopattini a Milano: parte la sperimentazione fino a luglio 2021

I propositi per il 2020

L'indagine di Facile.it svela anche quelle che sono le intenzioni degli italiani sulla mobilità per il 2020. Il 44% del campione si è dichiarato disponibile a migliorare ulteriormente l'impatto ambientale causato dalle proprie scelte di mobilità. In che modo ? Il 12% potrebbe sostituire la propria auto-moto con un veicolo meno inquinante. Il doppio, il 24%, la percentuale di coloro che hanno intenzione di ricorrere con più frequenza ai mezzi pubblici oppure muoversi a piedi. Il 19%, invece, quelli che sceglieranno la bicicletta. Si fa sempre più strada il monopattino, mezzo che il 7% del campione si è detto disposto ad utilizzare come forma alternativa di mobilità nel prossimo anno.

Buoni propositi, insomma, anche se va, al contempo, precisato che il 53% degli italiani intervistati non ha intenzione di impegnarsi, nel 2020, a favore di iniziative e tipologie di mobilità ecosostenibili.