Ha dell’incredibile la legge che sta per entrare in vigore nello stato del Vermont, USA, dove gli automobilisti potranno inserire le emoji sulle targhe delle vetture personali. Una notizia bizzarra, stravagante, ma vera, che sta facendo il giro del mondo.

Il costo delle emoticon nella targa auto

Le targhe personalizzate non sono un fatto nuovo: i più facoltosi infatti non sono restii a inserire lettere, numeri o strani giochi di parole. Come un membro di una delle più potenti famiglie di Abu Dhabi, che una decina d’anni fa sborsò 14 milioni di dollari per avere una targa con il numero 1.

COME IN AUSTRALIA

Ed è proprio questo un altro dei motivi della risonanza mediatica della notizia: perché è ovvio che avere un'emoticon sulla propria targa comporti un costo decisamente maggiore rispetto alla classica sequenza numerica decisa a caso dalla Motorizzazione. Come avvenuto nel Queensland, in Australia, dove dal 1° marzo 2019 è già possibile avere targhe con emoji al costo di circa 300 euro.

LE SEI EMOTICON DISPONIBILI

Secondo la proposta di legge, gli automobilisti potranno decidere tra non meno di sei emoji disponibili, si ipotizza saranno la faccina che ride forte, quella che fa l'occhiolino, quella con gli occhiali, quella con gli occhi a cuore e la faccina sorridente, e quindi di certo saranno comprese tra quelle più famose e utilizzate nelle chat dei vari social media.

Decreto Sicurezza: targhe estere, situazione paradossale per Gasparri