Ambiente, sostenibilità, motorizzazioni più green: in fondo, è semplice la ricetta per godere dei tanti vantaggi legati alla omologazione come ibrido. E, per chi sceglie un finanziamento Be-Green di FCA Bank, piantare anche un albero per aiutare a proteggere il pianeta.

Ecco cosa si può fare con Fiat 500 e Fiat Panda, le apripista dell’elettrificazione del Gruppo FCA nel segmento delle “piccole cittadine”, in attesa che la “scossa” venga estesa alla Lancia Ypsilon e che le Jeep arrivino anche in formato ibrido, anche se plug-in (Compass e Renegade subito, poi Wrangler).

Panda e 500 saranno dunque le prime ad adottare la nuova tecnologia ibrida. Disponibili da questo mese, le due city car rivoluzioneranno ancora una volta la mobilità urbana, rendendo l'ibrido accessibile a tutti grazie ad un listino che parte, con la promozione di lancio, da 10.900 euro.  

Un nuovo motore

Cuore di questi due nuovi modelli è una specifica versione del motore Firefly, 3 cilindri 1.0 con alimentazione aspirata ad iniezione diretta di benzina. Un motore volutamente semplice - lo ha ribadito a Bologna in occasione del debutto su strada di 500 e Panda Hybrid la responsabile del propulsore, Maria Grazia Lisbona head of powertrain engineering Fca Emea - che è anche molto leggero, solo 77 kg, per agevolare il raggiungimento e il mantenimento del corretto regime termico. Il sistema è poi composto da un motore elettrico BSG (Belt integrated Starter Generator) a 12 volt e da una batteria supplementare al litio. In tutto 5 cv e 20 Nm di coppia (il 25% in pi+ rispetto al termico). 

Come va su strada

Come è stato possibile valutare in un breve test attorno a Bologna, la potenza disponibile, pari 70 cv, offre un sensibile miglioramento nel comportamento e importanti vantaggi a livello di emissioni. Rispetto al propulsore 1.2 Fire da 69 69, l'abbattimento di consumi, e quindi di emissioni di CO2, è in media del 20% e fino al 30% per la Panda Cross, senza rinunce in termini di prestazioni. Viene garantito inoltre un comfort di marcia molto elevato, poiché il sistema BSG assicura riavvii del motore termico silenziosi e senza vibrazioni nelle fasi di arresto e ripartenza. 

Offre poi tutti i vantaggi dell'omologazione come veicolo ibrido - oltre ad essere conforme alla normativa Euro 6d Final - e assicura, secondo le norme locali, libertà di accesso alle ZTL e circolazione nei centri urbani, riduzione o eliminazione del costo del parcheggio in centro e agevolazioni fiscali.

I consumi calano

Al volante di 500 Hybrid, così come della Panda Hybrid, si ha modo di apprezzare non solo la “rotondità” di funzionamento del nuovo FireFly, silenzioso e pronto nelle risposte, ma anche l'evoluzione della trasmissione manuale a 6 marce C514 che è stato rivisto per esaltarne la manovrabilità e a migliorarne l'efficienza. Un risultato ottenuto con nuovi cuscinetti e guarnizioni a basso attrito, l'impiego di un lubrificante ad alta efficienza e un inedito rapporto per la sesta marcia che contribuisce a migliorare il consumo in ambito extraurbano. Si rilevano anche una migliore silenziosità di funzionamento, ottenuta attraverso l'ottimizzazione del sistema di supporto della scatola cambio, e un comportamento più stabile in curva, grazie all'abbassamento dell'intero gruppo motopropulsore di 45 mm e, quindi, del baricentro.

Dal punto di vista delle prestazioni, nel confronto con il propulsore 1.2 Fire da 69 cv, la motorizzazione Mild Hybrid consente, come già detto, un abbattimento di consumi, e quindi di emissioni di CO2, in media del 20% e fino al 30% per la Panda Cross, senza rinunce in termini di prestazioni. A parte i valori numerici (consumo omologato 3,9/4,0 l/100 km con 89 g/km di CO2 per Panda e 3,9 l/100 km con 88 g/km di CO2 per 500) l'aspetto più interessante di questo nuovo sistema propulsivo è rappresentato dallo stile di guida che inevitabilmente si finisce per adottare. Nel dettaglio, l'unità elettrica riavvia il motore termico dopo lo stop o in marcia al di sotto dei 30 km/h… consigliando lo stesso guidatore di mettere il cambio in N con una visualizzazione sul display (facendo lampeggiare la N) e così andare in “folle” per viaggiare in modalità “sailing”, veleggiare, per poi assisterlo in fase di accelerazione. Così il guidatore è invogliato a sfruttare al massimo questo aspetto parsimonioso della vettura. La batteria al litio alimenta tutti i servizi assicurando il controllo della vettura pure col motore spento.      

Quanto costano

Ordinabile già da alcuni giorni ad un prezzo promo che parte da soli 10.900 euro, la nuova gamma Hybrid prevede una Launch Edition che esalta con contenuti speciali l'attitudine delle due icone di casa Fiat ad essere sempre protagoniste grazie a uno stile intramontabile e, allo stesso tempo, a dotazioni di alto livello.  In particolare gli interni della  Launch Edition sono realizzati con tessuto ricavato da filati che sfruttano plastica riciclata - nell'ambito della Seaqual Initiative - recuperando i rifiuti dal mare. E per un atteggiamento “eco” ancora più consapevole, FCA Bank propone il finanziamento Be-Hybrid che attraverso la collaborazione con Treedom prevede al cliente la possibilità di adottare un albero per ogni contratto.