La strategia FCA che prevede oltre ai Mild Hybrid per Panda e 500, e prossimamente per Lancia Ypsilon punta sull'accessibilità per tutti e vede "Una differenza di prezzo - ha detto a Bologna Luca Napolitano, head of Fiat e Abarth brand Emea - che è di soli cinquecento euro rispetto alle altre Panda e 500 con motore termico. Ma non basta, in quanto oltre ai vantaggi per l'ambiente visti i consumi e le emissioni più basse, dal 20 al 30%, le nuove Panda e 500 Hybrid permettono per chi abita ad esempio a Roma - ha dettagliato Napolitano - un risparmio su una percorrenza di 10.000 km all'anno, considerando il parcheggio gratis, l'esenzione dal bollo e il risparmio nei rifornimenti, che è quantificabile in 700 euro all'anno o, su quattro anni che è il periodo medio di uso di un modello di questa fascia, di 2.800 euro".

Con queste nuove versioni, con cui Fiat "punta ad essere leader nel segmento delle ibride entro fine anno" il brand torinese guarda con ottimismo al 2020, dopo aver chiuso gennaio con una forte crescita (sono state immatricolate oltre 25.800 vetture) in aumento del 5,6% rispetto a un anno fa.

La quota sul totale mercato è del 16,6%, 1,8 punti percentuali in più rispetto a gennaio 2019. E la imminente commercializzazione delle versioni Hybrid di Panda e 500 permetterà al marchio di proseguire nei prossimi mesi il trend positivo di gennaio. Panda e 500 sono prime nel loro segmento (rispettivamente con quote del 53,6 e dell'11,8%) così come lo sono anche Tipo e 500X con quote del 12,5 per la prima e del 13,6% per la seconda. Napolitano ha anche confermato, dopo il debutto della Panda e della 500 ibride, della nuovissima 500 elettrica: "la presenteremo al Salone di Ginevra - ha detto - e la lanceremo il 4 luglio, con commercializzazione dopo l'estate".

Nuovo modello elettrico

Parlando dell'avvio della produzione di questo nuovo modello 100% elettrico, Napolitano ha detto che "A Mirafiori c'è un grande fermento per la nuova 500. Da ottobre un team di 300 esperti lavora sulle linee insieme ai nostri fornitori e la sua produzione è già iniziata. Siamo già a 200 unità - ha aggiunto - di cui la metà è già in strada, ma "sotto copertura”.

"Per la nostra prima elettrica abbiamo pianificato una rete di oltre 12.000 punti di ricarica - ha detto Napolitano - inclusi quelli nelle nostre Concessionarie. Le partnership con Enel X in Italia, Spagna e Portogallo e con Engie per il resto dell'Europa stanno portando i risultati attesi".

Anticipando le novità che riguarderanno anche la strategia commerciale per la nuova 500 elettrica, Napolitano ha ricordato la partnership con Leasys "Con cui abbiamo lanciato oltre 300 Mobility Store, che offrono oltre 1.200 punti di ricarica e in cui i nostri clienti possono trovare soluzioni innovative di mobilità, come il Leasys CarCloud, che è un abbonamento a una gamma di vetture che si possono scegliere e cambiare a seconda delle necessità, come il Leasys Miles, che permette di pagare solo i chilometri che vengono percorsi e le altre soluzioni di sharing, come U-Go e I-Link".