“La vita è una grande opportunità che va sfruttata appieno”. Sono le parole di Alessandro Zanardi, ormai da tanti anni testimonial della BMW e della nota iniziativa sulle nevi di Salice d’Ulzio, per adulti, ragazzi e bambini con varie disabilità. Tra di loro anche l’atleta paraolimpica di boccia, Carlotta Visconti. E appunto Zanardi, che, su un monosci, appositamente studiato, dimostra sempre doti di atleta globale difficilmente riscontrabili, come testimoniano le sue tante imprese.

Il bolognese è attualmente impegnato nella preparazione dei Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Insieme al management di BMW Group Italia (con in presidente Massimiliano DI Silvestre), non è mancato nemmeno al 17° anniversario di ”SciAbile”, presente anche il pilota motociclistico, pure disabile, Emiliano Malagoli.

Oltre mille gli allievi con disabilità

Grazie a “SciAbile”, negli anni sono state erogate oltre 13.000 ore di lezione di sci, in modo gratuito, a 1.370 allievi con varie disabilità, che in questo modo hanno avuto la possibilità di cimentarsi in una pratica sportiva e mettersi alla prova, anche andando al di là di quelli che credevano essere dei limiti invalicabili. SpecialMente è un luogo che raccoglie storie straordinarie, come quella di Carlotta Visconti, sempre presente a SciAbile e protagonista della boccia paralimpica nazionale.

Un progetto nato con il sogno della partecipazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, che ha visto in pochi anni l’affermazione di un movimento partito letteralmente da zero ma che ora può contare su oltre 150 atleti in Italia. “La Scuola di Sauze d’Oulx - ha spiegato con la sua solita determinazione Alex Zanardi - è un luogo magico dove avvengono cose straordinarie. Qui le ragazze e i ragazzi che imparano a sciare con i fantastici maestri di Sauze Project, imparano a lavorare sul talento residuo. Ovvero che non bisogna fermarsi, pensando che i propri limiti costituiscano un muro invalicabile”.

Un progetto di successo

“SpecialMente” ha raggiunto un milione di persone, sia direttamente, attraverso le attività del programma, sia   grazie alla comunicazione di quanto viene realizzato, in primis sul sito www.specialmente.bmw.it. "L’organico della Scuola di Sci Sauze d’Oulx Project - ha concluso Alberto Bergoin, direttore della scuola - è ricco di diverse figure professionali, maestri con competenze trasversali: una psicologa psicoterapeuta, una dottoressa in Scienze dell’Educazione, fisioterapisti e/o osteopati".

"Inoltre Davide Gros, uno dei nostri maestri, è l’allenatore della Squadra Nazionale Paralimpica di Sci Alpino, che ha partecipato alle Paralimpiadi Invernali”. Insomma davvero un progetto e una struttura da ammirare. Basti pensare che nella stagione attuale, ad oggi, hanno frequentato le lezioni 205 allievi, per un totale di circa 750 ore di lezione, con la previsione, entro aprile, di fare sciare ancora circa 80 allievi, con una stima di ore fra le 1.200 e le 1.300.