Le strade di Montecarlo, per chi ama le auto, sono un vero e proprio luna park. Supercar, ammiraglie e rarità d'epoca si inseguono incessanti sulle strade dove a maggio si correrà il gran premio di Formula 1. Ma non sempre le vetture si limitano a essere protagoniste di tranquille passeggiate. Come questa Ferrari F40, andata in fiamme in una delle zone più centrali di Monaco.

L'incendio si è consumato martedì mattina vicino alla rotonda del Portier, a poche decine di metri dal tratto che i piloti di Formula 1 affrontano per immettersi nel tunnel. Gli occupanti dell'auto, fortunatamente, si sono messi in salvo prima che le fiamme raggiungessero l'abitacolo. Nessuna vittima quindi, a parte la F40 carbonizzata.

Ferrari celebra il compleanno del Drake con tre immagini speciali

La testimonianza di Max Biaggi

L'incendio, durato solo pochi minuti, è stato ripreso da numerosi passanti e i video si sono diffusi in modo virale sul web. Tra gli spettatori involontari di questo evento c'era anche Max Biaggi. Il motociclista romano, da anni residente nel Principato, ha ripreso le fasi in cui i pompieri domavano le fiamme postando il video nelle sue storie Instagram. "Non vorrei essere il proprietario" esclama il rider mentre filma la carcassa della supercar coperta dalla schiuma bianca.

Al momento del'arrivo di Biaggi, il destino della F40 era già segnato. Le fiamme in pochi attimi aveva avvolto quasi completamente la vettura, e a nulla sono valsi i tentativi, da parte di un residente, di limitare l'incendio dal balcone. I vigili del fuoco, arrivati prontamente sul posto, non sono riusciti a salvare l'auto, che è poi stata rimossa. A quel punto si è potuto riaprire la normale circolazione.

Bollo auto 2020: tutte le novità per automobilisti e regioni

Danno milionario

Ignote le cause dell'incendio. In tanti ora si chiedono se la vettura sia recuperabile o se il proprietario, a malincuore, sarà costretto a rottamarla. La F40, costruita a partire dal 1987 in 1.337 esemplari, ha infatti raggiunto quotazioni anche superiori al milione di euro.

Ferrari, due novità in arrivo nel 2020