Indica la strada da seguire, informa sul traffico, i punti d’interesse. A breve, grazie a Hyundai e Kia, i dati del navigatore serviranno anche per gestire le cambiate, in modo predittivo.

Si chiama ICT Connected Shift System e rappresenta un sistema di cambiata che ricorre non solo alle informazioni del navigatore 3D, ma anche di sensori Adas, come il radar e la camera frontale. Un “tocco”, poi, di intelligenza artificiale nel software della centralina di gestione del cambio - per un'analisi dei dati in tempo reale - ed ecco che si ottiene una guida più comfortevole, con il 43% in meno dei cambi marcia su strade particolarmente tortuose e l’11% in meno di frenate.

Sarà anche connesso con segnaletica e semafori

Arriverà sui futuri modelli dei due marchi e andrà verso un’ulteriore integrazione, questa volta con l’infrastruttura, da cui il senso stretto di battezzare il cambio connesso come ICT – Information and Communication Technology: su rete dati LTE o 5G, l’elettronica di gestione del cambio potrà considerare anche la segnaletica nella gestione del rapporto del cambio. Questo è lo scenario futuro, nel quale si inserisce anche l’interpretazione delle preferenze di guida.

“I veicoli si stanno evolvendo trasformandosi da semplici dispositivi per gli spostamenti a soluzioni di mobilità smart. Attraverso gli sforzi di integrazione ICT e tecnologie di intelligenza artificiale, anche un contenuto tradizionale dell’automobile come il powertrain sta diventando una componente high-tech ottimizzata per la smart mobility del futuro”, ha commentato Byeong Wook Jeon, capo dell’Intelligent Drivetrain Control Research Lab.

Le applicazioni pratiche

Lo stato attuale del cambio connesso prevede un funzionamento in cui il radar degli Adas rileva la posizione di altri veicoli su strada, la camera frontale identifica la corsia di marcia, il navigatore indica la presenza di curve, pendenze, altitudine. L’esame da parte della centralina di gestione del cambio, mediante un algoritmo con intelligenza artificiale, adegua i cambi marcia di conseguenza e non solo.

Esempi pratici: in discesa e condizioni di traffico regolari, una decelerazione prolungata porta l’elettronica a scollegare automaticamente motore e cambio, estendendo il veleggiamento. Una funzione non inedita, adottata già da alcuni costruttori premium sulle proprie ibride, per il recupero energetico ottimale.

Serve una maggiore prontezza di cambiata perché su un tratto di strada come può essere una corsia di accelerazione in autostrada? La Transmission Control Unit elabora in tempo reale i dati del navigatore e attiva automaticamente la modalità Sport, per tornare a cambiate soft successivamente.

Nuova Kia Sorento, le prime immagini ufficiali