La 1000 miglia 2020 supera il coronavirus. La “corsa più bella del mondo” si svolgerà dal 13 al 16 maggio, sul classico percorso di andata e ritorno da Brescia a Roma.  Le tappe saranno: Cervia–Milano Marittima, Roma e Parma, passando per Milano.

Saranno in corsa trenta auto d’epoca in meno dello scorso anno, passando da 430 a 400, per garantire maggiore sicurezza e qualità dei servizi agli equipaggi in gara. 

La festa per il Biscione

Alfa Romeo, 11 volte vincitrice della Freccia Rossa originale, sarà la Casa più rappresentata nella rievocazione storica, con 68 bolidi iscritti. Il 110° compleanno del Biscione cadrà pochi giorni dopo, il 24 giugno. Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia srl ha dichiarato: “Dedicheremo una celebrazione speciale ai 110 anni del Biscione, in collaborazione con FCA”.

Le auto iscritte al Ferrari Tribute to 1000 Miglia e al Mercedes-Benz 1000 Miglia Challenge, le gare di regolarità riservate alle vetture delle Case di Maranello e Stoccarda, anticiperanno il passaggio delle storiche.

I 400 equipaggi accettati alla gara sono stati scelti tra le iscrizioni provenienti d 33 Paesi distribuite in tutti i 5 continenti.

La nazione più rappresentata è l’Italia con il 30% di partecipanti ammessi. I Paesi Bassi aono al secondo posto, con il 17% degli accettati, seguiti da Germania ( 11%) e Regno Unito ( 9%).