L’epidemia Coronavirus sta mettendo a dura prova la popolazione italiana e COYOTE offre in questo momento il suo contributo, per quanto possibile, avvisando gli utenti della Community Coyote sulle zone interdette o dove è vietato accedere. Grazie a questo servizio, è possibile indicare le aree dove non è possibile entrare. In sostanza, Forze dell’Ordine a parte, che continuano ovviamente a fare il proprio lavoro operando numerosi controlli, gli utenti, in prossimità delle zone critiche vengono informati con messaggi specifici geolocalizzati tramite l’App Coyote, dispositivi Coyote mini e Coyote NAV+ o le soluzioni integrate.

Coronavirus, UNRAE chiede al Governo di sostenere l'auto

Avvisi sempre aggiornati

Questi avvisi, secondo un comunicato appositamente diffuso, sono gestiti in tempo reale, grazie ad un team di esperti, che vigila quotidianamente su tutti gli eventi che hanno un impatto sulla circolazione stradale. A differenza di altri servizi, che si basano solo su scambio di informazioni tra utenti, il team Coyote garantisce che la veridicità delle informazioni si basa molto sulla Community, che dunque contribuisce ad avere maggiori informazioni sull’evolversi della viabilità, potendo appunto segnalare in tempo reale eventuali criticità aggiuntive alla circolazione nelle aree colpite del virus e segnalare percorsi alternativi, a causa dei blocchi delle zone isolate per questa emergenza.

Seggiolini anti abbandono: multe dal 6 marzo per chi non rispetta l'obbligo