L'emergenza Coronavirus sta attivando nuovi provvedimenti per contenere il contagio che in questo periodo sta coinvolgendo tutti gli aspetti della vita quotidiana degli italiani. Non fanno eccezione le pratiche giornaliere degli automobilisti, come il rifornimento di carburante che, nelle aree autostradali, potrà essere effetuato solo con il self service.

Niente personale in autostrada

La decisione è stata presa per evitare di mettere in contatto automobilisti e addetti al rifornimento in aree di passaggio come i distributori autostradali. Una misura drastica ma indispensabile, anche se, come riconoscono le associazioni competenti, necessiterà di un adattamento anzitutto psicologico.

“In un contesto difficile ognuno deve fare la sua parte” hanno spiegato Faib Confesercenti, Aib Confesercenti, Fegica CISL e Anisa Confcommercio in un comunicato collettivo con cui hanno annunciato, fino al 22 marzo, l'assenza di addetti al rifornimento nelle aree autostradali. Accorato l'appello anche ai gestori delle autostrade, ai fornitori delle stazioni di servizio e al Governo per dare sostegno ai lavoratori del settore per evitare seri danni economici.

Coronavirus, UNRAE chiede al Governo di sostenere l'auto

Consumi in picchiata

L'eliminazione del personale dalle aree autostradali è giustificato anche dal crollo dei consumi registrato in tutta Italia, a partire dalle aree vicine ai focolai e nelle zone rosse. L'erogazione di carburante nel paese è calata del 20/30% con picchi del 60-70% nelle aree autostradali adiacenti ai grandi centri urbani del Nord.

Il comunicato precisa inoltre che il provvedimento per cui il self service sarà l'unico modo di fare rifornimento in autostrada sarà valido fino alle 22 del 20 marzo. Ma lascia intendere che, con ogni probabilità, la sua validità verrà estesa. “l’incertezza sulle ulteriori misure restrittive che si intenderebbero adottare e sulla loro permanenza nel tempo non fa che aggravare, incidendo, ovviamente, anche con un significativo peso psicologico oltre che materiale, sulle abitudini consolidate di vita e lavoro della popolazione” spiegano Faib, Aib, Fegica e Anisa.

Milleproroghe 2020, Ecobonus e tutto quello che riguarda l'auto