Rossa, sgraziata e aggressiva, eppure al contempo così bella e irresistibile. È difficile trovare gli aggettivi giusti per definire l’originale Alfa Romeo Giulia GTA, un’auto tanto rude nel modo di fare quanto efficace in pista e affascinante fuori.

Un’auto che ha contribuito in maniera determinante a creare il mito dell’Alfa Romeo, quel mito che, nonostante si sia fatto di tutto per affossarlo, tiene ancora in vita un marchio che, come pochi altri sanno fare - e vorrebbero fare - sa far battere forte il cuore. Forse è per sfruttare questo vantaggio passionale che Alfa Romeo, all’alba di questo funesto 2020, ha voluto presentare al mondo la nuova Giulia GTA, una macchina estrema, che condivide poco o niente con la GTA originale ma che rispolvera i fasti di una marchio che, ora come non mai, ha un bisogno forsennato di essere sostenuto. Perché 110 anni di storia non si possono e non si devono dimenticare.