Una lotta senza sosta che si rincorre anche nelle donazioni e raccolte fondi. Per rispondere all'emergenza COVID-19, la Famiglia Agnelli e le sue società EXOR con Fiat Chrysler Automobiles, Ferrari e CNH Industrial (con l'aggiunta anche di Ermenegildo Zegna e Fondazione Pesenti) hanno donato 10 milioni di euro a beneficio del Dipartimento della Protezione Civile, per combattere il coronavirus in tutta Italia.

Una cifra che servirà alla Protezione Civile italiana e alla Fondazione de La Stampa - Specchio dei Tempi, impegnata a rispondere alle necessità sociali e sanitarie di Torino e del Piemonte, per curare i malati della Penisola. La notizia arriva da una nota stampa della Famiglia Agnelli che ha dichiarato di aver individuato ed essere in procinto di acquistare presso vari fornitori esteri un totale di 150 respiratori oltre a materiale medico-sanitario, approntandone l'immediato trasporto aereo in Italia.

Coronavirus: scarica qui il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti

Un aiuto in più

A questo si aggiunge anche il supporto della società di noleggio a lungo termine Leasys (FCA Bank) che ha messo a disposizione della Croce Rossa Italiana e altre associazioni di volontariato una flotta di mezzi per la distribuzione di alimenti e medicinali nelle città italiane a malati, anziani e a persone bisognose di assistenza.

Coronavirus: FCA, Ferrari e PSA fermano la produzione

EXOR, FCA, Ferrari e CNH industrial mantengono inoltre a uno stretto contatto con il Dipartimento della Protezione Civile, per mettere a disposizione del Paese servizi gratuiti di scouting per individuare apparecchiature mediche e materiale di utilizzo sanitario sui mercati internazionali, e soprattutto relativi servizi doganali per l'importazione rapida in Italia.

Queste iniziative si aggiungono alle campagna di raccolta fondi #DistantiMaUniti, promossa dalla Juventus e tuttora in corso sulla piattaforma gofundme, e all'iniziativa #RestoAScuola, che sostiene la didattica a distanza nelle scuole, in particolare per quegli studenti che stanno incontrando maggiori difficoltà negli apprendimenti.