Ferrari, eccellenza del made in Italy nel mondo. Magneti Marelli, produttore di componenti automobilistici. Siare Engineering International, leader nel settore di ventilatori e respiratori. Tutti insieme per un obiettivo annunciato dalla Casa di Maranello: la produzione di ventilatori e respiratori nella fabbrica modenese, macchinari sempre più necessari in questi giorni di emergenza dovuti al Coronavirus.

IL PIANO: 300 APPARECCHI SANITARI

Ferrari e FCA, che in questi giorni hanno deciso di sospendere le produzioni di autoveicoli, stanno studiando il piano, da attuare con la collaborazione di Magneti Marelli e di Siare, con sede a Bologna. Quest'ultima produce attualmente 150 macchinari, tra ventilatori e respiratori, a settimana. La Casa del Cavallino punta a raddoppiare l'offerta, portando alla realizzazione di 300 dispositivi.

Questa sarebbe un'altra mossa consistente per far fronte all'emergenza Coronavirus. La stessa famiglia Agnelli, pochi giorni fa, ha donato 10 milioni di euro alla Protezione Civile proprio per l'acquisto di apparecchi sanitari. Adesso, la proposta Ferrari, per una corsa alla beneficenza che in questo momento non può che essere accolta con gioia e speranza.

Ferrari Stallone, la concept car pensata da Murray Sharp