Il decreto Cura Italia, tra le tante nuove norme emanate per arginare la diffusione del COVID-19, non aveva previsto nessuna sospensione del pagamento del bollo auto, rilasciando ogni eventuale direttiva alla discrezione delle singole Regioni.

Decreto Cura Italia: revisione, bollo, patenti, ecco le proroghe

PROROGA AL 30 GIUGNO SENZA COSTI PER IL RITARDO

Ecco che quindi Lombardia e Piemonte si sono mosse in tal senso. Le due Regioni infatti hanno infatti annunciato che il bollo auto in scadenza a marzo, aprile o maggio 2020 è stato prorogato fino al 30 giugno, senza costi aggiuntivi per il ritardo. La sospensione fino a quella data è comunque legata alla delibera di eventuali e ulteriori proroghe dovute all'emergenza sanitaria.

Lombardia e Piemonte hanno così seguito l'esempio dell'Emilia-Romagna, che aveva già adottato lo stesso provvedimento. La Regione lombarda ha inserito tutte le informazioni sulla propria pagina Tributi, specificando anche che non è previsto il rimborso per le quote eventualmente già versate.

"LASCIAMO SOLDI IN TASCA AI CITTADINI"

In Piemonte, la nuova proroga è stata così commentata da Andrea Tronzano, Assessore al Bilancio: "Abbiamo approvato in Giunta, come già annunciato, il differimento del pagamento del Bollo Auto per tutte le concessioni che scadranno nei prossimi mesi di marzo, aprile e maggio. Un impegno importante per due ragioni: lasciare le persone a casa e dare una iniezione di liquidità, lasciando questi soldi in tasca ai cittadini piemontesi".

Coronavirus, sconto multe prolungato a 30 giorni