E dopo i disegni e i bozzetti dei modelli Mercedes e Audi da colorare, anche Toyota lancia un nuovo passatempo, non solo per i bambini, in questo lungo periodo di quarantena che ci costringe a casa a causa del coronavirus. Partiamo dalla base, e quindi dall’ispirazione: i sei modelli sport-rétro realizzati per il Goodwood Festival of Speed 2015. Il risultato? Tante Toyota GT86 di carta e in miniatura. Tempo stimato? Un’ora, dicono. Ma dato che il tempo abbonda e in qualche modo va impiegato, perché non condividere le foto delle creazioni sui social?

Inizia il divertimento

Fase 1: stampare i pdf dei modelli. Da Toyota fanno sapere che è meglio stampare su un formato A4, e non su un A3: la realizzazione della mini GT86 in questo modo risulterà più semplice e sarà meno ingombrante nel momento in cui si dovrà decidere dove sistemare il modellino. Ovviamente, tra gli strumenti necessari non devono mancate forbici e colla. E qui inizia il lavoro di precisione. Le varie parti dell’auto che emergono dalla stampa su fondo grigio devono essere tagliate: il tetto, le portiere laterali e anche le tracce di pneumatici. La precisione è essenziale (a meno che non vogliate stampare a ripetizione i pdf). Infine, basta incollare tutti i pezzi ritagliati, senza dimenticare di dare una forma tridimensionale. E la Toyota GT86 da scrivania è pronta.

Toyota Corolla GR, registrata la sigla