In attesa di poter ripartire, lasciare alle spalle la fase più acuta e critica della pandemia da coronavirus, le case automobilistiche operano a regime ridotto sul fronte dell’assistenza in officina. Nissan, al pari di altri brand, ha strutturato una serie di misure per garantire alcune tipologie di interventi e previsto delle misure a supporto dei propri clienti.

Nuova Nissan X-Trail, ibrido e-Power e stile Juke in arrivo

Detto come è garantito un servizio di riparazioni d’emergenza sui veicoli, le scadenze relative a tagliandi e la manutenzione programmata - come le campagne di richiamo - vengono rinviate a una fase successiva, senza che ciò condizioni la validità della garanzia sul veicolo. Interventi che possono essere programmati con le filiali sul territorio.

Inoltre, per le riparazioni coperte dalla garanzia che dovesse essere in scadenza nella fase attuale di lockdown, gli interventi verranno comunque assicurati alla riapertura completa dell’attività, pur essendo scaduta la copertura in garanzia.

Scopri il nostro listino di auto usate: occasioni imperdibili con un click!

Assistenza stradale gratuita per i sanitari

Un’iniziativa importante, legata all’assistenza stradale, è programmata a favore di tutti i clienti che operano a tutela della salute dei cittadini. Infatti, i proprietari di un modello Nissan, indipendentemente dall’anzianità del veicolo, beneficeranno dell’assistenza stradale gratuita: verrà recuperata l'auto e il cliente condotto al proprio domicilio. Un provvedimento che resterà valido fino a 2 settimane oltre la “riapertura”, la cessazione del periodo di lockdown prescritto dal governo.

Quanti, invece, hanno sottoscritto il servizio di assistenza stradale Nissan, in scadenza tra marzo e luglio 2020, beneficeranno di un’estensione gratuita di 6 mesi.

Auto: edizione digitale in offerta, a portata di click!