Ricordate Opel GT X Experimental? Un concept di un paio di anni fa, a immaginare il design del marchio verso metà decennio degli anni Venti. Duemila, ovviamente. Ecco, nuova Opel Mokka, il crossover che verrà presentato sul finire di quest’anno e andrà su strada da inizio 2021, conferma d’avere molti contenuti in comune con quel concept.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Dopo la prima immagine ufficiale del muletto, a indicare una silhouette piuttosto slanciata, una nuova anticipazione sul design Mokka 2021 arriva rivelando nuovi punti in comune.

Design, focus su fari e cintura 

Soprattutto sarà la fascia frontale, tra gruppi ottici e calandra interamente chiusa – con prevedibile logo Opel al centro – a creare un richiamo immediato a GT X Experimental. I fari adotteranno le ultime tecnologie matrix led Opel e le (ridotte) esigenze di raffreddamento della versione elettrica saranno ampiamente soddisfatte da aperture poste nella zona inferiore del frontale. Basteranno anche per le necessità dei PureTech benzina e BlueHdi diesel. Sul cofano, stessa nervatura, pronunciata, longitudinale.

Il secondo elemento di comunanza stilistica tra crossover urbano e concept del 2018 sta nell’andamento della linea di cintura e della cornice dei finestrini, rastremata verso il montante, un tocco che assicura sportività e slancia la fiancata.

Sfoglia il listino Opel: tutti i modelli sul mercato

Dimensioni, altezza da crossover e meno suv X

Dove l’ufficialità Opel non arriva ci pensano gli avvistamenti dei muletti sui campi prova, a confermare un posteriore con fari a sviluppo orizzontale, anch’essi fedelmente inseriti nel solco indicato da GT X Experimental.

Con l’occasione di un’incursione di Jurgen Klopp, allenatore del Liverpool e testimonial Opel, la vista del tre quarti anteriore del crossover conferma proporzioni che saranno decisamente diverse rispetto a Mokka X, segnatamente nella riduzione dell’altezza, a fronte di ingombri in lunghezza e larghezza destinati a restare invariati.

Strategia Opel: puntare ai mercati fuori Europa