Dal 4 maggio è possibile effettuare il cambio stagionale, da invernali a estive. Lo hanno confermato le Associazioni della filiera. Ovvero AIRP, ANIASA, Assogomma, CNA, Confartigianato e Federpneus.

“Sulla base dei chiarimenti apparsi sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri si ritiene che gli esercizi che svolgono attività di manutenzione, riparazione e vendita di pneumatici, relative al codice Ateco 45 e sottocategorie, possano esercitare la loro professione, e gli automobilisti possano recarsi presso questi esercizi per effettuare il cambio gomme. Tale operazione sarà consentita in via del tutto eccezionale, sino al 15 giugno 2020 per pneumatici invernali con codici di velocità ribassati“.

Scarica l'autocertificazione per la Fase 2

Queste le parole di Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma.  Che ha aggiunto. “Ragioniamo sempre in un’ottica di sicurezza. Che non è solo quella di viaggiare con gomme sicure, ma è anche quella di lavorare in officine, dove gli addetti rispettino le norme accogliendo gli automobilisti in sicurezza. Tutto questo attraverso una attività organizzata ad esempio su appuntamento“.

Prenotazione raccomandata

La prenotazione del cambio gomme senza dubbio è una precauzione a nostro avviso indispensabile. Con una mail di conferma e l'autocertificazione ci sono tutti i requisiti per recarsi con tranquillità in officina.

Per avere un margine di sicurezza e comfort in più, dato che le temperature in molte zone, anche al Nord, d'Italia sono ben superiori ai 20 gradi, poco amiche delle gomme termiche.

Gomme invernali-estive, per il cambio c'è tempo fino al 15 giugno