A fine aprile era Laurens van den Acker ad ammettere come, alcuni modelli Renault, potessero essere vicini all’estinzione, segnatamente il riferimento era alla compatta Megane. Questione di risorse da investire nei segmenti più rilevanti, tanto più con gli investimenti da sostenere a supporto dell’elettrico.

L'editoriale di Speciale Ripartiamo: "Dignità per tutto l'automotive"

Un report dell’agenzia Reuters, alimentato da fonti vicine al marchio francese, riesamina i modelli che potrebbero giungere a fine corsa con il loro attuale ciclo vitale. Prima ancora che la pandemia colpisse duramente il settore automotive, Renault si ritrovava con un piano di tagli da oltre 2 miliardi di euro da attuare. Un piano che, il prossimo 28 maggio, chiarirà su quale strada verrà attuato. 

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Se l’elettrificazione è una necessità, investimento sul quale – per molteplici ragioni, dalle tempistiche necessarie allo sviluppo alla materia delle emissioni di Co2 – le risorse stanziate sono cospicue e programmatiche, l’analisi circa la razionalizzazione dell’offerta di prodotto passa dai segmenti di mercato e le tipologie di carrozzeria dal "rendimento certo". 

Monovolume e grandi berline, la coperta è corta

A finire nel mirino, con il concreto rischio di non vedere un rinnovamento generazionale, potrebbero essere tre modelli su tutti: Renault Scenic, Renault Espace e Renault Talisman. In un panorama di mercato nel quale la polarizzazione delle preferenze oscilla spesso tra crossover e suv, investimenti garantiti per il gradimento riscosso sul mercato, una grande berlina e il modo in cui si sono reinventati Espace e Scenic, potrebbero non giustificare l’impegno futuro.

Una volta classici (e validi) monovolume, dove Espace il segmento dei grandi “mono” l’ha inventato negli anni Ottanta, i modelli sono stati costretti a una rilettura in chiave crossover, un po’ rialzati da terra, grande abitabilità interna, conservando le proporzioni volumetriche esterne. La moda del mercato detta altre preferenze, stilisticamente la vocazione off-roader è percepita essere più accattivante.

Sfoglia il listino Renault: tutti i modelli sul mercato

Sul territorio delle grandi berline, una volta le stradiste diesel per divoratori di chilometri, nel massimo comfort, il panorama vede Talisman compressa nel margine di manovra per volumi prodotti nel 2019. L’emorragia di preferenze e volumi accordate al segmento D/E delle berline di marchi generalisti è una tendenza consolidata sul mercato, non risparmia nessuno: i numeri assoluti indicano come Talisman, ad esempio, sia passata dalle oltre 34 mila unità vendute nel 2016 alle poco più di 16 mila dello scorso anno; un segmento nel quale tra i modelli di riferimento c’è Volkswagen Passat, dalla sua pure con un calo intorno al 40%, nei volumi passata da 206 mila a 124 mila unità nel medesimo periodo di analisi.

Auto in edicola con un'iniziativa speciale