Non è certo una rivoluzione, quella che Kia Rio restyling porterà su strada nel corso dell’estate. Perlomeno non sullo stile, piacevole e riuscito sull’utilitaria. Ritocchi, come nuovi cerchi in lega, colori, disegno dei fari full led. Le novità sostanziali sono anzitutto sul fronte delle motorizzazioni, con tecnologie prese dal segmento superiore,dal motore 1.6 litri turbo benzina Smartstream.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Mild Hybrid sul tre cilindri benzina

L’1.0 T-Gdi replica i valori di potenza già noti, 100 e 120 cavalli, lo fa proponendo però un incremento di coppia sul 120 cavalli di ben il 16%, per 200 Nm complessivi. Due unità che ricevono l’elettrificazione mild-hybrid, attraverso un generatore-starter a cinghia, collegato all’albero motore e alimentato da una batteria a 48 volt.

Il funzionamento è noto, permette di recuperare energia nelle fasi di decelerazione e dare un supporto alla spinta in accelerazione. Le possibilità per ottimizzare consumi ed emissioni di Co2 passano anche da fasi prolungate di coasting a motore spento, nonché di uno start&stop che può intervenire a velocità superiori. In merito, va detto di un’altra novità tecnica, relativa al controllo elettronico della frizione, anziché idraulico. La Clutch-by-Wire opera in sinergia con il mild-hybrid, realizzando il disaccoppiamento della trasmissione dal motore nelle fasi di coasting.

Motore 1.0 con CVVD

A meritare un focus ulteriore è, però, il motore Smartstream 1.0 T-Gdi, in sostituzione della precedente Serie Kappa di pari cilindrata e potenza. Il tre cilindri è dotato, infatti, del sistema di controllo delle valvole CVVD – Continuously Variable Valve Duration, tecnologia lanciata dal gruppo Hyundai nel 2019 sull’unità 1.6 Smartstream.

Permette in funzionamento del motore simulando cicli differenti, così da ritagliare la massima efficienza o privilegiare la prestazione, variando di fatto il ciclo del motore. Una strategia gestita dalla diversa durata di apertura delle valvole di aspirazione, prodotta mediante una variazione della velocità relativa dell’albero a camme rispetto alla camme medesime. Un'operazione possibile grazie a un attuatore elettrico e camme non solidali con l’albero bensì con un grado di scostamento rispetto al centro di rotazione dello stesso. Il dispositivo ha un funzionamento interamente meccanico e opere in funzione dei differenti carichi motore.

Accanto ai due tre cilindri 1.0 T-Gdi Smartstream continuerà a essere offerto l’1.2 litri aspirato da 84 cavalli, con cambio manuale, dove il 100 cv turbo avrà un manuale 6 marce o un doppia frizione 7 rapporti.

Sfoglia il listino Kia: tutti i modelli sul mercato

Interni, Uvo Connect per l'infotainment

Alla novità principale del restyling di Kia Rio si abbina un rinnovamento all’interno con l’infotainment da 8 pollici e i servizi di telematica Uvo Connect Phase II. Tante integrazioni sul fronte della connettività portano l’utilitaria su un livello superiore di contenuti.

Si spazia dalla connessione fino a 2 dispositivi via bluetooth, alle interfacce Apple CarPlay e Android Auto, proseguendo con i servizi in tempo reale sul traffico, meteo, parcheggi, e info legate alla navigazione come i punti di interesse. Sarà possibile operare via app su alcune funzioni, come l’invio della destinazione all’auto. Oltre a un’interfaccia di tipo touch, l’infotainment potrà essere controllato anche mediante comandi vocali. Lo schermo da 8 pollici può essere suddiviso a metà per operare su schermate e funzioni differenti tra passeggero e guidatore.

Adas, ora riconoscono i ciclisti

Il miglioramento prodotto sul versante degli Adas introduce la frenata d’emergenza con riconoscimento dei ciclisti, il monitoraggio del livello di stanchezza del guidatore, il sistema anticollisione posteriore, proseguendo con il mantenimento attivo di corsia e il cruise control intelligente, in simbiosi operano fino a 180 km/h correggendo la traiettoria per mantenere l’auto al centro corsia se necessario.