Si chiama Khyzyl Saleem, detto anche The Kyza, ed è un artista 3D molto seguito. Tra i suoi innumerevoli lavori, si diletta anche nella rielaborazione di auto e supercar rimaste nella storia dell'automobilismo.

Dando un'occhiata al suo account sulla piattaforma Behance, è possibile ammirare la sua ultima creazione: E.V.E Countach, rivisitazione in chiave futuristica della Lamborghini Countach.

UNA SUPERCAR STORICA

La Countach non ha bisogno di molte presentazioni. Supercar di punta del Marchio di Sant'Agata dal 1974 al 1990, quando venne sostituita sul mercato dalla Diablo, rimane ancora oggi una delle vetture più apprezzate dagli appassionati nonché dai clienti Lamborghini.

Nel listino dell'usato di Auto, tante occasioni da non perdere a portata di click!

Vanta una soluzione motoristica inedita, con il tipico V12 Lamborghini montato davanti l’asse posteriore ma in posizione longitudinale, con il cambio davanti, in modo che i pesi si spostino più verso il centro. Il secondo fattore, basta notarlo con gli occhi. Countach infatti si mostra con un design innovativo, fatto di linee slanciate e spigolose, per un corpo vettura decisamente basso (poco più di un metro di altezza). La macchina è anche molto leggera, perché sfrutta un telaio tubolare in acciaio sotto una carrozzeria in alluminio. Fiore all’occhiello, le portiere con apertura verso l’alto, primo esemplare Lamborghini di sempre a adottare tale caratteristica, e i fari a scomparsa, che in un'auto del genere hanno il loro perché.

LUCI DAL FUTURO

Saleem ha preso un suo vecchio lavoro, in cui immaginava la Countach come macchina di un immaginario team racing denominato XENOX. Ha quindi tolto i loghi e ripulito la vettura dalla verniciatura della scuderia, trasportandola in un futuro immaginario e rendendola di serie.

Lamborghini lancia il suo primo francobollo digitale

Linee iper-spigolose e luccicanti caratterizzano la supercar, che evidenzia due elementi su tutto il resto. L'impianto di illuminazione è contraddistinto da due sottili bande di luce, sia anteriormente che nella zona posteriore. Davanti, la luce bianca ricopre il frontale andando a terminare sul cofano e diramandosi fino ai parafanghi. Dietro, il colore diventa rosso e sembra come se fosse diviso in due sezioni separate, la prima sulla carrozzeria, la seconda dietro il terminale di scarico, quasi a voler mettere in risalto l'elegante configurazione a doppio tubo. Il secondo fattore estetico riguarda le gomme, sovradimensionate e probabilmente pensate per una mobilità del futuro ancora difficile da immaginare. E.V.E Countach ha già riscontrato il favore dei fan di The Kyza.

Cerchi un'auto nuova? Consulta il listino completo di Auto!