Buone notizie per gli appassionati di The Grand Tour. L’attesa per il nuovo episodio speciale dello show condotto da Jeremy Clarkson, Richard Hammond e James May sta infatti per giungere al termine. Dopo mesi di ritardi dovuti all’emergenza Covid-19, è finalmente finita la lavorazione del nuovo episodio che racconterà le avventure del trio in Madagascar.

Toyota Supra, Liberty Walk la "gonfia" di personalità

Ritardi a causa della pandemia

A dare l’annuncio è stato lo stesso Jeremy Clarkson. Il conduttore, durante un livestream a scopo benefico, ha rivelato che la fase di montaggio è stata conclusa e ora spetta al produttore Amazon decidere quando rilasciare l’episodio. La lavorazione dell’episodio si era interrotta dopo lo scoppio dell’emergenza sanitaria, aggravata dal fatto che anche lo storico produttore dello show, Andy Wilman, era stato contagiato dal virus.

Dopo mesi di attesa Wilman (che ha dovuto fare i conti con una convalescenza problematica e una ricaduta) e i suoi collaboratori sono potuti tornare al lavoro, completando il montaggio del nuovo speciale che costituirà l’episodio 2 della quarta stagione di The Grand Tour. I tempi si erano dilungati anche a causa della complessità della lavorazione, che parte da oltre 1.000 ore di riprese girate durante le settimane di viaggio.

Dubai, con Supercar Blondie nel cimitero delle supercar abbandonate

Viaggi intorno al mondo

L’episodio precedente dello show, ambientato tra Vietnam e Cambogia a bordo di barche fluviali, era stato rilasciato da Amazon a dicembre 2019. I ritardi causati dalla pandemia non riguarderanno però solo la puntata del Madagascar. Quando è scoppiata l’emergenza, in marzo, il trio stava per partire alla volta della Russia, dove sarebbero dovute avvenire le riprese del terzo episodio. Un danno economico rilevante per Amazon, che aveva già preparato le auto e le attrezzature sul posto.

Originariamente la quarta stagione di The Grand Tour, a differenza delle prime tre, prevedeva solo episodi speciali in giro per il mondo, senza puntate “statiche” nella classica tenda con il pubblico. Il nuovo format con i soli viaggi è stato confermato, ma è assai probabile che il numero degli episodi venga ridotto a causa dell’impossibilità di eseguire le riprese.

Ferrari vince la causa contro Philipp Plein: 300mila euro per foto hot con danno d'immagine

AUTOMOTIVE.LAB - Solo i curiosi scopriranno il futuro dell'auto