Dove sognano di lavorare gli italiani? Secondo la ricerca Randstad Employer Brand 2020, effettuata con un pannello di 150 aziende, con oltre 1.000 dipendenti e sede in Italia, e un campione di 6.300 intervistati, fra i 18 e i 65 anni, tra i posti più ambiti ci sono quelli in Maserati. L’azienda italiana si piazza al sesto posto tra i luoghi di lavoro dei sogni.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Orgoglio

Siamo orgogliosi dei risultati di questo sondaggio - sottolinea Davide Grasso, Chief Executive Officer Maserati - ma in particolar modo dell'atmosfera che si respira nella nostra Azienda. Il 2020 è, infatti, l'anno che segna l'inizio della Nuova Era Maserati. Stiamo affrontando un nuovo corso con grande energia: ambizione, innovazione e passione guidano il lavoro di tutti i dipendenti. Siamo una squadra coraggiosa, orgogliosa della sua storia tutta italiana e audace nel guardare con impegno il futuro che ci attende”.

Sfoglia la gamma Maserati: tutti i modelli sul mercato

Ottima reputazione

Dai risultati della ricerca è emerso che Maserati vanta un’ottima reputazione, è considerata un’azienda dove l’atmosfera di lavoro è piacevole, sono apprezzati i benefit e spicca l’utilizzo delle tecnologie più recenti. Tutte caratteristiche che si sono rivelate fondamentali per Maserati e l’hanno collocata nell’olimpo dei lavori dei sogni.

Maserati Ghibli Hybrid, la prima elettrificata del Tridente

Mancini, nuovo brand ambassador 

Un'altra novità, in casa Maserati, riguarda il nuovo brand ambassador: l'allenatore della nazionale italiana Roberto Mancini. Azienda e CT hanno in comune l'animo sportivo e la passione per l'eccellenza. Per sigillare la collaborazione, Mancini ha ritirato presso la storica concessionaria Samocar SpA di Roma la sua Levante Trofeo, consegnata in presenza di Fabio Lambertini, responsabile Maserati del mercato Italia, del Cav. Malagò, owner e Presidente della Samocar SpA e Luca Lucheschi, General Manager della Società.

Maserati Levante Trofeo è un connubio perfetto tra stile, prestazioni, personalità, eccellenza italiana e ricercatezza nei dettagli, fra i quali spicca il DNA da vettura sportiva esaltato nel motore V8 della Trofeo – ha dichiarato Roberto Mancini - per questo ho scelto la Maserati dei SUV".