Dopo mesi difficili e una primavera passata tra lockdown e una timida ripresa della normalità, per gli italiani sta finalmente tornando il momento di andare in ferie. Saranno vacanze particolari, a corto raggio e caratterizzate dalle misure di distanziamento sociale. E da mezzi diversi dal solito, con una forte crescita di coloro che sceglieranno di spostarsi con auto a noleggio. Per loro Aniasa ha preparato una guida con 15 consigli da seguire per affittare la vettura in tranquillità.

Leasys I-Link, come ti condivido l'auto a noleggio dividendo le spese

In vacanza 7 italiani su 10

Secondo Aniasa, l'Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici, solo il 28% degli italiani rinuncerà del tutto alle vacanze, a causa delle conseguenze della crisi. Tra coloro che invece partiranno il 70% resterà sul territorio nazionale, e 3 su 10 sceglieranno di spostarsi con un'auto a noleggio. Una soluzione, questa, che coniuga una grande comodità e libertà di spostamento nel luogo della vacanza con la sicurezza di potersi muovere senza ricorrere ai mezzi pubblici dove è più difficile mantenere le distanze di sicurezza con altre persone.

Per tutti coloro che ricorreranno all'auto, magari per la prima volta, Aniasa ha redatto una lista di consigli per affittare il veicolo in sicurezza. Dal momento della prenotazione del mezzo passando per il ritiro fino alla riconsegna. Ecco, a seguire, la guida rilasciata da Aniasa per non incorrere in sorprese ed evitare spiacevoli imprevisti.

Il boom delle biciclette tra incentivi Covid e sostenibilità…ma la sicurezza?

Alla prenotazione

1. ­Scegliete il canale più adeguato, facendo attenzione a disntinguere le società di rent-a-car da altre agenzie o broker.

2. Informatevi preventivamente su costi aggiuntivi per servizi opzionali (es. navigatore o seggiolino per bambini).

3. Non risparmiate sull’assicurazione: potrebbe proteggervi in caso di problemi, ma informatevi sulle franchigie!

4. Chiedete quali sono i metodi di pagamento accettati e quando vi verrà prelevato l’importo.

5. Fatevi inviare una e-mail con tutti i dettagli della prenotazione se fatta online.

Al ritiro

6. Controllate l’interno/esterno del veicolo e se presenta eventuali danni fateli annotare sul contratto.

7. Verificate la dotazione degli strumenti a bordo (documenti, triangolo o kit pneumatici che non devono avere rigonfiamenti o lesioni).

8. Presentate patente (controllate la validità) e carta di credito (verificate disponibilità fondi e scadenza).

9. Se non avete familiarità col veicolo (es. non sapete come azionare il freno a mano) l’incaricato è tenuto a spiegarvi il funzionamento.

10. Fatevi dire esattamente chi chiamare e come comportarvi in caso di guasti o incidenti.

Alla riconsegna

11. Riconsegnate la vettura negli orari di apertura, controllate che non vi siano nuovi danni e fatevi rilasciare un’attestazione scritta.

12. Riportate l’auto con la stessa quantità di carburante: le penali in caso contrario potrebbero essere salate (fate annotare sulla ricevuta che il serbatoio è pieno).

13. Se dovete lasciare velocemente le chiavi in una cassetta, fotografate il veicolo per poter contestare eventuali addebiti non dovuti.

14. Ricevuta la fattura, potete rivolgervi alla società emittente la carta di credito per chiedere lo “sblocco” delle somme congelate a titolo cauzionale.

15. Nel caso di addebiti imprevisti, avete il diritto di controllare i giusficativi prima di pagare e, se non vi convincono, contestate per iscritto

Top 10 accessori auto per le vacanze estive