Calendario alla mano, l'attesa sta per finire e può partire il conto alla rovescia per la nuova Kia Stonic. Il B-SUV sudcoreano, che nel 2017 ha esordito per la prima volta sul mercato europeo e attualmente è  il quarto modello più venduto di Kia dopo la famiglia Ceed in tutte le varianti, Sportage e Picanto, si aggiorna per rimanere tra i modelli di punta del suo segmento.

Nuovi motori pulsanti, della famiglia “Smartstream”, che aumentano l'efficienza energetica e introducono per la prima volta nella gamma la trasmissione manuale iMT con frizione ad attivazione by wire. Ma la grande novità è rappresentata dalla disponibilità della nuova variante mild hybrid "EcoDynamics +" che vedrà accoppiati il motore termico 1.0 Smartstream al sistema MHEV da 48 volt.

Ecobonus auto 2020: ecco la lista delle auto che godono dei maxi sconti

Per vederla in concessionaria però bisogognerà aspettare settembre 2020, quando le vendite della nuova Kia Stonic si apriranno per il mercato italiano, sempre con la garanzia 7 anni o 150.000 chilometri.

Esterni ancora più personalizzati 

ll design interno ed esterno di Stonic non viene stravolto ma cresce la possibilità di personalizzazione grazie alla disponibilità di nuove tinte e di accoppiamenti bicolor tra carrozzeria e tetto.  Si impreziosiscono anche i gruppi ottici anteriori a led col nuovo design che equipaggerà la versione GT Line.

Debutta anche un nuovo cerchio in lega leggera d’alluminio da 16 pollici e si aggiungono due nuovi colori per la carrozzeria sulle tonalità di grigio e blu.

Auto mild hybrid, tutti i modelli che beneficiano degli incentivi 2020

Adas ed infotainment

All'interno della vettura spicca il sistema di infotainment e navigazione touchscreen da 8 pollici di serie con le nuove funzionalità telematiche UVO Connect "Phase II". Con l'app UVO, compatibile con gli smartphone Android e Apple, l'automobilista ha accesso a nuove funzioni come la Last Mile Navigation, un supporto di navigazione per poco più dell'ultimo chilometro dell’itinerario caricato sul navigatore. Questa funzione entra in gioco dopo aver parcheggiato, quando la destinazione si può raggiungere solo a piedi. 

Altra funzione d’interesse consiste nel "Trasferimento profilo utente", pensato per le flotte aziendali, che consente di eseguire il backup delle preferenze UVO tramite cloud così da trasferire le impostazioni tra differenti veicoli dotati dello stesso sistema. 

La sicurezza e i sistemi di assistenza alla guida raggiungono invece l’apice per la categoria, oltre ai 6 airbag in dotazione e il sistema ancoraggio ISOFIX per i seggiolini dei bambini, con i nuovi Adas per viaggiare in massima tranquillità.

Debuttano l’assistente per evitare le collisioni frontali (FCA) con riconoscimento pedoni, veicoli e ciclisti, il Lane Keeping Assist (LKA), l’avviso di attenzione del guidatore (DAW), l’avviso di collisione nei punti ciechi (BCW) e l’assistente di prevenzione delle collisioni sempre nei punti ciechi (BCA), l’avviso limite di velocità intelligente (ISLW), il controllo automatico della velocità (SCC) e l’assistenza (LFA). E proprio questi ultimi controllano l'accelerazione, la frenata e la direzionalità a seconda dei veicoli che precedono e delle condizioni stradali. Operando a velocità inferiori a 180 km/h, utilizzano i sensori della fotocamera e del radar per mantenere una distanza di sicurezza dall'auto che precede mentre monitora i segnali stradali per mantenere Stonic al centro della sua corsia. 

Motorizzazioni

Il nuovo cuore pulsante di Kia Stonic è il nuovo propulsore MHEV "EcoDynamics +",  da 100 o 120 CV con le modalità di guida "Eco", "Sport" o "Normale". Il pacchetto tecnico prevede un nuovo motore T-GDi da 1,0 litri "Smartstream" (con iniezione diretta di benzina e turbocompressore) sposato a una batteria agli ioni di litio mild hybrid a 48 V così da offrire la maggiore efficienza possibile grazie al recupero d’energia e al supporto del motore a benzina in fase di accelerazione.

ll nuovo motore Smartstream sostituisce il precedente T-GDi da 1,0 litri di generazione "Kappa" ed è dotato della raffinata tecnologia CVVD (Continuously Valve Duration). In termini di guida, questo si traduce in un massimizzazione dell’efficienza in tutte le situazioni di guida.

Il motore Smartstream produce la stessa potenza del precedente Kappa – sempre declinato in due potenze,100 o 120 CV - ma consente una coppia massima superiore, a seconda della trasmissione adottata. Entrando più nel dettaglio, la coppia massima erogata dai modelli con potenza di 120 cavalli e cambio a doppia frizione a sette marce (7DCT) è incrementata del 16%, raggiungendo così il rilevante valore dei 200 Nm.