Mahindra Thar, il fuoristrada indiano arriva con la nuova generazione. Una off-road dura e pura, classica: forse fin troppo, perché anche in questo caso le somiglianze con Jeep Wrangler sono evidenti (Mahindra di recente ha perso una disputa con Jeep in USA per il modello Roxor).

Thar arriverà sul mercato indiano ad ottobre. Vettura a due porte, votata alle escursioni: con convertibile top, tetto morbido o rigido. La fanaleria, a led, e la griglia (comprese le storiche sette barre …) sono effettivamente riconducibili alla fuoristrada americano.

La trazione è integrale con marce ridotte: al posteriore c’è il bloccaggio meccanico del differenziale. Le sospensioni sono indipendenti davanti e multi-link dietro: la profondità di guado è di 65 centimetri, l’altezza da terra di 22,6 centimetri: l’angolo d’attacco è di 41,8°, quello di uscita di 36,8° e di dosso di 27°.

Gli pneumatici sono all terrain 255/65 su cerchi da 18 pallini, in abitacolo spicca uno display multimedia  centrale che informa anche sull’attività e le prestazioni in off-road.

Motori diesel e benzina

Thar 2020 presenta nuovi motori: il benzina 2 litri TGDi Stallion da 150 cavalli e 320 Nm di coppia e il Diesel di 2.2 litri da 130 cavalli e 320 Nm. Il cambio può essere manuale a sei rapporti o automatico sempre a sei marce.