L’immarcescibile Toyota Land Cruiser, sulla cresta dell’onda da ormai sette decadi, si aggiorna. Il grande fuoristrada globale, duro e puro con il suo telaio a longheroni e apprezzato ovunque, sul mercato in centonovanta nazioni, mostra le sue novità, che migliorano il prodotto.

Il motore è il robusto Diesel, adatto alla vocazione del mezzo, di 2.8 litri. Il grosso quattro cilindri sovralimentato a gasolio arriva a 204 cavalli di potenza (da 177) e a 500 Nm di coppia (da 450).

Più spinta, ma maggiore efficienza, beneficiando dell’arrivo dello stop&start, con consumo dichiarato di 7 litri per 100 chilometri (14,3 km/litro la percorrenza) ed emissioni di CO2 di 192 g/km.

Sotto i dieci secondi nello zero-cento

Prestazioni quasi dinamiche, con l’accelerazione da 0 a 100 km/h che si completa in 9,9 secondi (prima erano 12,7 s). La trazione integrale permanente e il propulsore sono abbinati al cambio automatico a sei marce.

L’estetica beneficia del Black Pack, a richiesta, che letteralmente introduce finiture e dettagli scuri su interni ed esterni. 

Migliorata la sezione hi-tech, con nuovo schermo touch del sistema multimediale, compatibile con Android Auto e Apple CarPlay e dotato dell’aggiornamento over-the-air di mappe e servizi di informazione per tre anni.

Aggiornato anche il pacchetto dei sistemi di assistenza alla guida con frenata automatica con riconoscimenti di pedoni (giorno e notte), ciclisti (giorno) e cruise control adattivo intelligente.

Toyota Yaris Cross, nuove informazioni