Il bilancio di settembre per il settore usato chiude in maniera positiva. Rispetto allo stesso mese del 2019, si registra un +18,3% grazie ai passaggi di proprietà delle autovetture al netto delle minivolture (e un +28,6% per quelli dei motocicli).

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Trasferimenti

Il maggiore aumento dei trasferimenti netti registrato nel mese di settembre nel settore auto rispetto alle minivolture (in crescita solo dell'8,4%, con una variazione positiva giornaliera del 3,4%) documenta anche un incremento delle attività di compravendita tra privati. Questo va a discapito del ricorso alle concessionarie. Numeri alla mano, per ogni 100 auto nuove ne sono state vendute 192 usate nel mese di settembre, quindi quasi il doppio, e 190 nel periodo gennaio-settembre 2020.

Prime iscrizioni

Sguardo anche alla prime iscrizioni. Quello che si nota è che a settembre c’è stato un incremento del 2% per le auto diesel, mentre per quelle a benzina si registra una contrazione del 15,7%. Non accenna a fermarsi l’impennata di vetture elettriche e ibride, rispettivamente +265% e +287% (ibride a benzina). Ciò porta a livelli sempre più elevati la l’incidenza delle auto a zero e basse emissioni sulle vendite totali in Italia (dallo 0,7% al 2,3% per le elettriche e dal 5,1% al 17,9% per le ibride a benzina da settembre 2019 a settembre 2020). Consistenti incrementi percentuali per le vetture con alimentazioni super-ecologiche ci sono anche sul mercato dell'usato, ma si tratta - almeno per il momento - di valori inferiori o prossimi all'1%.

Nonostante i numeri positivi, nei primi nove mesi dell'anno il quadro complessivo dei passaggi di proprietà netti presenta ancora contrazioni del 17,7% per le autovetture, del 4,8% per i motocicli e del 15,1% per tutti i veicoli.

Radiazioni

Per quel che concerne le radiazioni, anche in questo caso troviamo un bilancio positivo. Fanno registrare, infatti, un incremento mensile del 28,8% per le autovetture (+23% la media giornaliera), grazie anche a un consistente aumento delle rottamazioni (+47,4%,). A mostrare qualche cenno di rallentamento è il parco auto circolante: il tasso unitario di sostituzione è stato infatti pari a 1,05 nel mese di settembre (ovvero ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 105), attestandosi tuttavia ancora a 0,89 nei primi nove mesi dell'anno.

Coronavirus, nuovo DPCM ottobre 2020: in auto senza la mascherina obbligatoria